Corentin Moutet rivela una sua somiglianza con Rafael Nadal



by   |  LETTURE 2144

Corentin Moutet rivela una sua somiglianza con Rafael Nadal

Nato nel 1999, il transalpino Corentin Moutet ha disputato il terzo turno al Roland Garros e agli Us Open, mentre in Australia e a Parigi non è mai andato oltre la seconda partita. Nella sua ancora giovanissima carriera ha raggiunto la finale a Doha lo scorso anno, dove è stato fermato dal russo Andrey Rublev con il punteggio di 6-2 7-6.

Già al numero 67 del mondo, oggi Moutet occupa il 91° gradino della classifica ATP.

Moutet: “Non c’è una spiegazione”

Agli ultimi Us Open di Flushing Meadows, Corentin ha battuto il nostro Stefano Travaglia in tre set prima di cadere con Matteo Berrettini per 7-6 4-6 6-4 6-3.

A Wimbledon è invece uscito subito contro Aljaz Bedene, che lo ha liquidato con il punteggio di 6-4 6-4 6-0. In una recente intervista pubblicata anche dal sito web francese We Love Tennis, Moutet – che a tennis è mancino – ha parlato della sua vita da destrimano, un po’ come Rafael Nadal: “In effetti non c’è alcuna spiegazione, l’unica ragione che mi viene in mente è che giocavo a tennis prima di scrivere, dovevo avere all’incirca tre anni.

La prima volta che ho colpito una pallina è stata con la mano sinistra, perciò così è stato. Tutto qui”. Moutet ha preso parte anche all’ultima edizione del Masters 1000 di Cincinnati, dove ha superato le qualificazioni battendo Vasek Pospisil e Alexei Popyrin, per poi essere fermato da Reilly Opelka in tre parziali.

La Laver Cup 2021 è stata conquistata per la quarta volta consecutiva dal Team Europe, che ha avuto la meglio del Team World con un sonoro 14-1. A Boston sono stati assenti Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic, ma Danill Medvedev e compagni non sembrano aver sentito affatto la mancanza dei tre grandi campioni.

Djokovic, che quest’anno ha fallito l’impresa del Grand Slam, ha già fatto sapere di rinunciare all’appuntamento di Indian Wells. Photo Credit: Il Tennis Italiano