L'obiettivo di Nadal non è più vincere trofei



by   |  LETTURE 21038

L'obiettivo di Nadal non è più vincere trofei

Giusto qualche giorno fa, Rafael Nadal si è sottoposto ad un intervento chirurgico per correggere l’infortunio al piede sinistro che l’ha costretto ai box per il resto del 2021. L’ultima apparizione su un campo da tennis per lo spagnolo originario di Mallorca risale al torneo di Washington, prima degli Us Open, quando ad eliminarlo fu il sudafricano Lloyd Harris, che avrebbe poi raggiunto anche la seconda settimana dello slam americano.

Una sconfitta che ha fatto chiudere il 2021 a Nadal con solo due nuovi trofei in bacheca: l’Atp 500 di Barcelona vinto dopo un’estenuante battaglia in finale contro Stefanos Tsitsipas e il Master 1000 di Roma, conquistato contro Novak Djokovic poco prima di un Roland Garros che sembrava destinato a finire tra le mani dell’iberico, consegnandogli così lo slam numero ventuno che gli avrebbe permesso di staccare i due rivali di sempre nella particolare classifica.

Ma la sorprendente e netta sconfitta proprio contro il serbo numero uno al mondo nella semifinale dello slam parigino e il conseguente infortunio hanno sconvolto i piani di Nadal, che adesso continua a condividere il primato di slam vinti insieme a Roger Federer e Novak Djokovic.

L’obiettivo di Nadal è essere un esempio

Stando a quanto dichiarato da Nadal, in ogni caso, l’obiettivo dei restanti anni della sua carriera non è quello di vincere quanti più trofei possibile, ma quello di essere ricordato come un esempio da seguire.

Un modello di sportivo e di uomo per le generazioni che arriveranno. “Numerosi tornei mi hanno effettivamente contattato per entrare in campo (partecipare) - dice Nadal -, ma le cose sono diverse rispetto al passato.

Per giocare devo essere pronto sia fisicamente che mentalmente; nessuno ha batterie illimitate. Quando sei giovane hai molta energia, ma ora devo prendere decisioni che a volte non mi piacciono e saltare i tornei che vorrei giocare.

In futuro non voglio essere ricordato come un tennista con numerosi titoli ma come colui che ha lasciato un buon esempio per ragazzi e ragazze; è il mio unico obiettivo. Se c'è una cosa che vorrei poter dire di aver fatto bene, è che ho trasmesso cose positive dentro e fuori dal campo, il che mi rende molto soddisfatto”. Photo credit: Getty Images.