Alex Corretja crede che Rafael Nadal vincerà almeno un altro Slam



by   |  LETTURE 7923

Alex Corretja crede che Rafael Nadal vincerà almeno un altro Slam

Rafael Nadal ha rinunciato agli US Open per la seconda edizione consecutiva. L’infortunio al piede che lo ha perseguitato per buona parte dell'anno ha avuto la meglio, obbligandolo a chiudere anzitempo la sua stagione.

L’ex numero 1 del mondo ha potuto disputare la miseria di sette tornei in tutto il 2021, riuscendo comunque a sollevare due trofei in quel di Barcellona e Roma. La semifinale contro Novak Djokovic al Roland Garros ha acuito i problemi fisici dello spagnolo, che ha deciso infatti di saltare Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo.

Il rientro a Washington non ha sortito gli effetti auspicati, con un Rafa dolorante sin dal primo turno contro Jack Sock. Dopo essere stato sconfitto da Lloyd Harris nel round successivo, il 35enne maiorchino è volato a Toronto per giocare il Masters 1000 nella speranza che le sue condizioni migliorassero.

Nonostante ci fosse la volontà di scendere in campo, il piede ha continuato a tormentare l’iberico, che non ha potuto far altro che accettare la situazione. Ancor prima di fare il suo esordio in Canada, è giunta la notizia del forfait di Nadal.

Il resto è storia. In una recente intervista a MARCA, il suo connazionale Alex Corretja ha espresso la sua opinione su questo argomento.

Corretja analizza la situazione di Nadal

“Sono dispiaciuto come tutti che Rafael Nadal non potrà scendere in campo per diversi mesi, ma l’ho visto ottimista.

Conoscendo lui e chi gli sta intorno, c’è il desiderio di tornare in campo al 100% nel 2022” – ha spiegato Corretja. “Sono sicuro che la carriera di Rafa non sia ancora vicina all’epilogo e che vincerà almeno un altro Slam prima di ritirarsi.

Ha fatto di tutto per prolungare la sua stagione e per trovare una soluzione a quell’infortunio al piede. Quello che mi preoccupa è che non è facile alla sua età tornare dopo uno stop così lungo.

Quando stai senza giocare per tanti mesi, rischi che ti vengano altri problemi o che si riacutizzi lo stesso infortunio. Abbiamo visto cosa è successo a Roger Federer” – ha aggiunto.