Moya sull'infortunio di Nadal: "Arriva il momento che non ce la fai più"



by   |  LETTURE 11828

Moya sull'infortunio di Nadal: "Arriva il momento che non ce la fai più"

Tra poche ore inizieranno ufficialmente gli Us Open 2021, l'ultimo torneo dello Slam dell'anno ed un edizione che vedrà l'assenza di leggende del tennis del calibro di Roger Federer, Serena Williams e Rafael Nadal.

Se per i primi due, visto i 40 anni ed i recenti problemi fisici, l'assenza sembrava scontata, per il campione iberico il forfait è stato per certi versi inaspettato. Nadal, dopo due mesi di assenza dopo il Roland Garros, è tornato in campo nel torneo Atp di Washington dove è stato sconfitto nel secondo turno contro il sudafricano Lloyd Harris.

Successivamente il venti volte vincitore di titoli del Grande Slam doveva partecipare a Cincinnati ma ha annunciato il forfait prima dell'inizio del torneo a causa di evidenti problemi al piede. Rafa sta subendo problemi già vissuti in passato ed a questo punto è stato costretto a concludere in anticipo la stagione 2021 nella speranza di rientrare al meglio nella prossima.

Nadal ha vinto gli Us Open per due volte nelle ultime quattro edizioni, ma questa volta non sarà presente e non potrà lottare per il successo. Lo scorso anno Rafa salto' gli Us Open a causa della pandemia, quest'anno per problemi fisici e quindi sono due edizioni che Federer e Nadal non parteciperanno al torneo.

Carlos Moya su Rafael Nadal

Ai microfoni del portale El Transistor l'ex tennista ed ora coach di Rafael Nadal, Carlos Moya, ha parlato delle condizioni del tennista spagnolo rivelando i motivi per cui Rafa ed il suo team hanno deciso di tornare in campo nel 2022.

Ecco le sue parole: "In passato quando gli diagnosticarono un problema al piede dissero che non poteva più competere, ma alla fine con vari trattamenti sono riusciti a salvarlo. Ora la storia è tornata negativa, diverse volte Rafa non riusciva neanche ad allenarsi e abbiamo dovuto cambiare, il problema al piede non era affatto semplice.

Lui soffre da mesi ed arriva il momento che non ce la fai più, penso al suo ultimo match e vedo che ha giocato praticamente da zoppo"