Shapovalov: "Nadal affronta la pressione in modo diverso nei momenti cruciali"



by   |  LETTURE 6236

Shapovalov: "Nadal affronta la pressione in modo diverso nei momenti cruciali"

Rafael Nadal ha dovuto porre fine al 2021 a causa di un problema al piede, ennesimo infortunio che ha tormentato lo spagnolo in questa difficile stagione che, nonostante tutto, lo ha visto vincere due tornei sulla terra rossa: Barcellona e il Master 1000 di Roma.

I successi, però, sono arrivati dopo un percorso pieno di complicazioni e dopo aver salvato, in tutte e due le kermesse, dei match point. In terra catalana, Nadal ha dovuto districarsi nell’epica battaglia in finale contro Stefanos Tsitsipas, arrivato ad un punto dal match e dal torneo in una sola occasione, prima di sollevare il trofeo nel campo che porta il suo nome.

A Roma invece, il fenomeno mallorchino di match point ne ha dovuti salvare due, nell’incontro del terzo turno al Foro Italico, che lo vedeva contrapposto al canadese Denis Shapovalov. Arrivato dalla sconfitta patita nei quarti di finale del torneo di Madrid contro Alexander Zverev, Nadal si è trovato subito sotto di un set contro l’enfant prodige che nel 2017 riuscì a batterlo nella semifinale del Master 1000 di Montreal.

Dopo aver vinto il secondo parziale, l’iberico ha dovuto contenere il rientro di Shapovalov che nel 12° game del terzo e decisivo set ha avuto ben due occasioni per ripetere l’impresa di quattro anni prima.

Alla fine, però, il carattere che ha sempre contraddistinto Nadal ha avuto la meglio e la partita si è chiusa in ben tre ore e ventisette minuti per 3-6/6-4/7-6 in favore dello spagnolo. Una sconfitta difficile da digerire per Denis, come ammesso da lui stesso ricordando che Nadal era solito fare queste imprese anche contro altri grandi rivali.

Le parole di Shapovalov

Dopo aver messo a segno 40 vincenti e 45 errori non forzati, il canadese si era detto soddisfatto del tennis messo in mostra in quell’occasione. Un gioco coraggioso, senza mai perdere il contatto con Rafa, soprattutto negli scambi più brevi.

All’inizio, Shapovalov ha sfruttato il momento di annebbiamento di Nadal, prima di soccombere al ritorno di fiamma: “Rafa affronta la pressione in modo efficiente nei momenti cruciali delle partite”. Ha detto Shapovalov. “Tuttavia sono contento di come ho giocato e non avrò problemi a dormire stanotte”.