Nadal parla delle sue condizioni fisiche e del suo problema al piede



by   |  LETTURE 6901

Nadal parla delle sue condizioni fisiche e del suo problema al piede

Rafael Nadal è tornato in campo dopo circa due mesi di assenza ed ha esordito a Washington contro il tennista americano Jack Sock. Tutti vedevano il campione spagnolo nettamente favorito mentre invece l'americano ha lottato fino alla fine ed è stato ad un passo dalla vittoria.

Quasi tre ore di battaglia a Washington con Rafa sotto di un break nel terzo set e con problemi fisici che hanno messo davvero a rischio la sua vittoria. Nella conferenza stampa post match Nadal ha parlato proprio di quei problemi al piede che continuano a creargli fastidio.

Le parole di Nadal in conferenza stampa

Al termine del match il numero 3 al mondo e venti volte vincitore di tornei del Grande Slam ha rilasciato interessanti dichiarazioni: "È stata una serata bellissima in termini di energia ed il pubblico è stato incredibile.

Il supporto della città mi è arrivato fino dal primo giorno in cui sono stato qui, sono davvero molto felice di visitare Washington e di giocare qui per la mia prima volta in carriera. Il match non è stato facile, ho iniziato bene nel primo set ma dopo sono stato male nel secondo ed ho iniziato a soffrire molto al piede, Jack ha iniziato a dare grandi punti e non riuscivo ad essere incisivo con i miei colpi.

È stata dura ma ho finito il match increscendo e questo è l'importante. Spero di essere pronto per il mio prossimo match. Credo che potevo fare meglio al servizio, ho avuto percentuali troppo basse e quando fai così con un tennista come lui diventa tutto più complicato.

Non è mai facile giocare contro di lui, sa come farti male. Alla fine sono riuscito a vincere ma immaginavo che dopo due mesi di assenza non sarebbe stata una gara facile. Però sono qui e potrò giocare anche domani, questa è la bella notizia.

Fisicamente sto bene, ho solo bisogno che finisca questo dolore al piede ma le mie condizioni sono buone. Ho passato queste cose diverse volte nella mia carriera, quindi è qualcosa che non mi preoccupa. Si tratta di vincere gare come queste che ti aiutano a migliorare.

Se migliorerò con il piede le cose andranno davvero bene. In questo periodo ho riposato molto ed è ora di andare avanti, ho giocato un match di tre ore ed adesso penso al prossimo, so che il mio avversario sarà duro e domani sarà un altro giorno, sarà un'altra occasione per giocare davanti ad un pubblico incredibile"