Il pronostico di Mats Wilander sul match tra Rafael Nadal e Novak Djokovic



by   |  LETTURE 5259

Il pronostico di Mats Wilander sul match tra Rafael Nadal e Novak Djokovic

Nella giornata di oggi, nonostante non sia una finale, si terrà probabilmente il match più atteso di questo Roland Garros maschile 2021. Per la 58esima volta in carriera Novak Djokovic e Rafael Nadal si affronteranno e per l'ennesima volta questo match si terrà sulla terra rossa di Parigi.

Vedremo in questo match la riedizione della finale del 2020 dove in quell'occasione assistemmo ad un incontro senza storia con Djokovic che crollò per 3 a 0 sotto i colpi del campione spagnolo ed il serbo non riuscì mai a metterlo in difficoltà.

Le parole di Mats Wilander su Nadal-Djokovic

L'ex campione di tennis ed attuale commentatore di Eurosport Mats Wilander ha rilasciato interessanti dichiarazioni riguardo il match odierno, remake della finale del 2020.

Ecco le parole nello specifico di Wilander: "Credo che Nole dovrebbe attenersi al piano che aveva già in serbo lo scorso anno per la finale e che poi non ha eseguito. Devo dire che nel primo set dello scorso anno al Roland Garros non c'era modo di giocare contro Rafa, era in condizioni fantastiche.

Djokovic deve scendere in campo molto aggressivo, deve fare come se stesse giocando sui campi veloci in cemento, è anche così che ha fatto nell'unica volta che ha battuto Nadal a Parigi. Lui sa che deve fare ciò, nelle ultime gare ha capito che non può solo difendere contro l'avversario, deve entrare in campo e giocare aggressivo, è solo così che può ribaltare la gara.

Penso che in questo modo lui possa battere Nadal. Rafa non è invincibile e credo che Nole possa batterlo, è vero le condizioni qui ora favoriscono Rafa ma Djokovic ha un'arma dalla sua, ha il suo grande servizio.

Nadal si adatta ad ogni condizione ma continuo a pensare che Nole può batterlo e non credo che cambierà qualcosa quello che è successo lo scorso anno. Affrontare Nadal in semifinale è più semplice che affrontarlo in finale, o almeno per quello che ho visto è sempre stato così. In finale c'è maggiore pressione e sfidare Rafa diventa durissima"