Stefanos Tsitsipas lancia la sfida a Nadal e Djokovic per il Roland Garros



by   |  LETTURE 4767

Stefanos Tsitsipas lancia la sfida a Nadal e Djokovic per il Roland Garros

Il tennista greco Stefanos Tsitsipas ha rispettato le attese ed ha battuto il russo Daniil Medvedev raggiungendo così la sua quarta semifinale in un torneo dello Slam (la terza consecutiva a Parigi) ed appare pronto per raggiungere la sua prima finale in uno Slam.

Dopo aver vinto Monte Carlo e fatto tremare Rafael Nadal sulla terra il talento greco sembra uno dei pochi a poter provare a fermare l'ascesa di Rafael Nadal o magari di Novak Djokovic, chiunque uscirà dalla parte alta del tabellone.

Tsitsipas è il leader della classifica Atp Race ed ha raggiunto la semifinale battendo con il risultato di 6-3;7-6;7-5 il russo Medvedev.

Le parole di Tsitsipas in conferenza

In conferenza stampa il numero 5 al mondo ha commentato così la vittoria e l'accesso alle semifinali:
"Sono stato bravo nei momenti decisivi, direi nei punti chiave.

Sentivo come se stessi guadagnando tanti punti grazie il servizio e sentivo di avere un piano chiaro. Grazie a questa fiducia ho fatto molto bene nel tiebreak, ho avuto due set point contro nel secondo set ed in quel momento ho deciso di essere più aggressivo e questo ha pagato.

Il match point? Ho visto che prima di servire si stava fermando e quindi ho pensato che potesse servire da sotto, per fortuna è andata come pensavo. Zverev? Ora devo prepararmi e fare una buona riabilitazione, allenarmi bene e mangiare correttamente.

Queste tre cose sono essenziali per recuperare. Vincere il torneo? Sto giocando bene e penso che in questo momento, tra gli atleti rimasti, non penso ci sia qualcuno che non pensi di vincere il torneo. Tutti sanno che posso giocare bene ed io lo sto facendo, quindi devo ripetere il processo giorno per giorno e avrò una ricompensa.

È un sollievo non avere Rafa o Nole nella mia parte di tabellone anche se tutti i tennisti che arrivano a questo punto sono bravi. Sono fortunato ad aver raggiunto la semifinale e sento che tutto il lavoro svolto si riflette sulla mia quotidianità, il mio ego mi dice che stavolta voglio di più"