Daniil Medvedev spiega: "Il sorteggio con Djokovic e Nadal mi ha fatto felice"



by   |  LETTURE 3756

Daniil Medvedev spiega: "Il sorteggio con Djokovic e Nadal mi ha fatto felice"

Prosegue il cammino del tennista russo Daniil Medvedev al Roland Garros 2021. Prima di questo torneo il numero due al mondo non aveva mai vinto un match qui a Parigi ed ora Daniil rischia di diventare clamorosamente uno dei pretendenti almeno per la finale.

Ai Quarti di finale avrà un match durissimo visto che sfiderà il talentuoso greco, sicuramente più abituato alla terra battuta, Stefanos Tsitsipas. Rispetto al passato, il livello di gioco di Medvedev è salito molto e in conferenza il russo ha provato ad analizzare vari aspetti riguardo la sua crescita.

Le parole di Medvedev in conferenza stampa

In conferenza stampa la testa di serie numero due del torneo ha spiegato: "Quest'anno ho imparato che quello che devo fare è giocare con il mio stile, continuare a tirare il diritto come sempre ed essere continuo, non devo pensare che mi trovo sulla terra battuta.

Dal primo giorno di allenamento qui ho avuto buone sensazioni e ho capito che potevo seguire il mio stile in modo efficace. Queste palline si adattano alla perfezione al mio tennis, mi sento molto a mio agio. È importante dominare l'incontro, se lascio il campo agli specialisti di questa superficie rischio di perdere nettamente.

Sto colpendo la palla realizzando colpi che impediscono ai miei avversari di prendere l'iniziativa. Rispetto a Madrid ci sono condizioni diverse, li avevo grande insicurezza a causa dell'altitudine e sentivo che la pallina poteva andare ovunque.

Il servizio mi ha aiutato molto, poi bisogna dire che il servizio di Christian non è straordinario e giocare tutti i punti qui sulla terra mi ha aiutato molto. Il sorteggio? Penso che quando c'è stato il sorteggio io, Sascha e Stefanos eravamo felici di vedere Djokovic e Nadal dall'altro lato, sono grandi campioni ed è impossibile non esserlo felici.

Più si è lontani da loro e meglio è. C'è la possibilità che abbiano una brutta giornata e perdano prima o comunque che si sfidino loro in semifinale, quindi meglio così. Tsitsipas? Ho grandi aspettative, lui è il principale favorito dopo Djokovic e Nadal e sono curioso di vedere cosa sarò in grado di fare per provare a batterlo"