Gasquet parla dei suoi problemi contro Nadal e della crisi francese



by   |  LETTURE 3804

Gasquet parla dei suoi problemi contro Nadal e della crisi francese

Per la diciassettesima volta in altrettanti incontri il tennista francese Richard Gasquet è uscito sconfitto, abbastanza nettamente, nella sfida contro il re della terra battuta e tredici volte vincitore del Roland Garros, il 'King of Clay' Rafael Nadal.

Il tennista spagnolo ha controllato senza particolari patemi la sfida e questa eliminazione significa l'uscita di scena di ogni rappresentante francese sia nel tabellone maschile che in quello femminile. Gasquet ha parlato di questo e di tanto altro in conferenza stampa.

Ecco le sue parole: "Ho iniziato davvero lentamente, come tutti sanno non è facile giocare contro Rafa. Non solo è il miglior tennista della storia su terra battuta, ma ha anche un diritto fantastico che ti fa male su ogni superficie"

Gasquet e le difficoltà del tennis francese

Continuando su Rafa il tennista transalpino ha dichiarato: "È molto difficile competere con tennisti del genere, lui è l'unico che ha un diritto con un tale effetto, contro di lui perdo fiducia facilmente ma fortunatamente ho disputato un buon secondo set dove ho lottato fino al 5-5, poi ho commesso un paio di errori che lo hanno portato a conquistare il set.

Quando sei due set a zero sotto contro Nadal diventa molto complicata, lui è incredibile e non ti lascia giocare" Nel corso dell'intervista Gasquet ha poi commentato le gravi difficoltà del tennis francese, in netto declino e che al momento non vedono nessun giovane tennista in grande crescita.

Su questo problema l'esperto tennista ha dichiarato: "È senza dubbio la fine di un'era, io e Monfils abbiamo 35 anni, Tsonga ne ha 36 e Simon 37. È normale che sia così ed anzi è incredibile che siamo ancora in campo qui al Roland Garros, però è evidente che c'è bisogno di tennisti per il futuro.

Noi siamo stati una gran generazione e spero che prossimamente si continua così anche per le generazioni future. Ora la situazione è difficile ma dobbiamo attendere e capire cosa succederà e sicuramente arriveranno diversi tennisti interessanti per il futuro della nostra nazione"