Da Gasquet alla data del possibile ritiro: Rafael Nadal parla in conferenza



by   |  LETTURE 6504

Da Gasquet alla data del possibile ritiro: Rafael Nadal parla in conferenza

Il numero 3 al mondo e favorito indiscusso Rafael Nadal continua indisturbato il proprio cammino al Roland Garros con la diciassettesima vittoria in altrettanti confronti con l'esperto francese Richard Gasquet. Più volte il transalpino e Rafa si sono affrontati in carriera ma mai Richard ha dato l'impressione di poter davvero impensierire il tredici volte vincitore del Roland Garros.

In conferenza stampa Nadal ha discusso di tanti temi, trattando dell'assenza di pubblico fino alla possibile data del suo ritiro.

Le parole di Rafael Nadal in conferenza

Il tennista spagnolo ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza: "Penso di aver giocato un ottimo primo set, uno dei migliori sulla terra battuta.

Nessun errore, tanta intensità e tanti vincenti mi hanno fatto disputare un ottimo set, anche nel secondo fino al 5-2 è andata benissimo poi sono calato e Richard ne ha approfittato. Stava servendo bene ma alla fine ho trovato un modo per vincere il set.

Nel terzo set il vento mi ha dato qualche problema, ma alla fine sono riuscito a vincere. Ho buone sensazioni, avrei preferito giocare con il pubblico ma in generale penso di aver disputato una buona gara. Gasquet? Ovviamente penso sia meglio aver vinto i 16 precedenti che perderli, è chiaro che in queste situazioni la mia fiducia è molto alta.

Stimo molto Gasquet, ha vissuto un periodo difficile ma so che tornerà e so quanto è bravo. Chiunque sia il mio avversario comunque ho massimo rispetto e tendo a giocare sempre al massimo, faccio questo ad ogni turno"

Sul prossimo avversario: "Norrie sta facendo bene, ha vinto diverse gare e battuto avversari ostici, sarà dura. Bisogna essere pronti a giocare il miglior tennis contro di lui, mi allenerò domani (oggi) per essere preparato al meglio.

Lo scorso anno il clima era particolare, faceva freddo e c'erano solo 2-3 gradi, poi giocare senza pubblico è brutto, ma penso sempre che sono su un campo speciale, quello più speciale per me e cerco sempre di uscire con l'atteggiamento giusto"

Infine Nadal ha concluso parlando del possibile ritiro: "Giocare fino ai 40 anni? Se mi diverto ed il mio corpo lo permette non ho una data per andare in pensione. A 25 anni non credevo di arrivare a giocare a 35 anni, ora invece so che è difficile arrivare fino ai 40 anni, ma per adesso gioco e mi diverto, questo è l'importante"