Corretja rivela il principale avversario di Rafael Nadal a Parigi. Non è Djokovic



by   |  LETTURE 4694

Corretja rivela il principale avversario di Rafael Nadal a Parigi. Non è Djokovic

Domenica prenderà il via il Roland Garros 2021, posticipato di una settimana a causa della delicata situazione sanitaria in Francia. Il secondo Slam stagionale, che lo scorso anno si era disputato nel mese di ottobre, si carica di un significato ulteriore in questa edizione.

Un eventuale 14° trionfo a Parigi consentirebbe infatti a Rafael Nadal di issarsi a quota 21 Major e di scavalcare per la prima volta l’eterno rivale Roger Federer. Il fenomeno spagnolo dovrà guardarsi le spalle soprattutto dal numero 1 al mondo Novak Djokovic, che ha recentemente incontrato nella finale degli Internazionali BNL d’Italia.

Il 34enne di Belgrado è intenzionato a prendersi la rivincita dopo la lezione subita lo scorso anno, oltre ad aver già battuto Nadal al French Open sei anni fa. Da non sottovalutare neppure Dominic Thiem, due volte finalista nella capitale francese, anche se l’austriaco ha dovuto gestire un momento complicato in questi primi mesi del 2021.

Parlando su Eurosport, l’ex numero 2 ATP Alex Corretja ha affermato che il vincitore degli US Open 2020 potrebbe essere l’avversario più ostico per Rafa.

Corretja: "Thiem ha uno stile di gioco fastidioso per Nadal"

“Se Dominic Thiem è al 100% della condizione, probabilmente è il giocatore che può far soffrire di più Rafael Nadal sulla terra battuta.

Il suo stile di gioco è il più difficile da gestire per il 20 volte campione Slam” – ha analizzato Corretja. “Ha un ottimo dritto, un fenomenale rovescio e un servizio molto vario, senza dimenticare che non ha bisogno di andare troppo indietro per arginare il diritto di Nadal” – ha aggiunto.

Thiem ha raggiunto l’ultimo atto a Parigi sia nel 2018 che nel 2019, inchinandosi al maiorchino in entrambe le occasioni. “Ci sono anche altri giocatori che possono dar fastidio a Nadal. Parlo ovviamente di Novak Djokovic, Stefanos Tsitsipas, Alexander Zverev e Diego Schwartzman.

Nell’ultimo periodo abbiamo assistito alla crescita di ragazzi come Matteo Berrettini e Casper Ruud, ma non credo che possano lottare con Rafa per cinque set” – ha concluso lo spagnolo.