Rafael Nadal svela qualche dettaglio sul suo calendario nei prossimi mesi



by   |  LETTURE 11804

Rafael Nadal svela qualche dettaglio sul suo calendario nei prossimi mesi

Rafael Nadal compirà 35 anni fra meno di un mese e in pochi immaginavano che sarebbe stato ancora competitivo a quest’età. I primi quattro mesi del 2021 non sono stati esaltanti per il fuoriclasse spagnolo, condizionato da un problema alla schiena ad inizio stagione e vincitore di un solo titolo a Barcellona.

Il suo rendimento è stato abbastanza deludente nei Masters 1000 di Montecarlo e Madrid, in cui non è riuscito ad andare oltre i quarti di finale evidenziando più di qualche difficoltà sul piano della tenuta fisica.

Il grande obiettivo dell’ex numero 1 del mondo è conquistare il suo 14° Roland Garros, che gli permetterebbe anche di scavalcare per la prima volta l’eterno rivale Roger Federer nella classifica all-time degli Slam.

Il 2021 è anche l’anno delle Olimpiadi di Tokyo, una kermesse che stuzzica la fantasia di tantissimi sportivi. In conferenza stampa agli Internazionali BNL d’Italia, Rafa – che ha messo al collo la medaglia d’oro in singolare a Pechino 2008 – ha ammesso che la sua presenza in Giappone non è del tutto scontata.

Rafael Nadal: "Devo tener conto della mia età"

“In condizioni normali, i Giochi Olimpici sono sempre stati una priorità nel mio calendario” – ha esordito il 13 volte campione di Parigi.

“Tuttavia, per quelle che sono le attuali circostanze, non posso dire con sicurezza che ci sarò. Le cose cambiano continuamente in questo periodo” – ha aggiunto. Il maiorchino non vuole fissare un calendario a lungo termine: “La realtà è che siamo nel bel mezzo di una pandemia da oltre un anno e tutte le decisioni vengono prese a breve termine.

Non posso creare il mio calendario con 6 mesi di anticipo, ma devo limitarmi ad alcune settimane. A seconda di come si evolverà la situazione, e tenendo conto del fatto che ho 35 anni, farò le mie scelte nella speranza di star bene fisicamente e mentalmente”.

Nadal ha saltato le Olimpiadi di Londra 2012 a causa di una tendinite, mentre a Rio 2016 ha vinto l’argento in doppio assieme all’amico Marc Lopez.