Rafael Nadal deluso dopo la sconfitta con Alexander Zverev a Madrid



by   |  LETTURE 7924

Rafael Nadal deluso dopo la sconfitta con Alexander Zverev a Madrid

Il tempo passa anche per una leggenda assoluta come Rafael Nadal. Il fenomeno spagnolo è uscito di scena nei quarti di finale del Mutua Madrid Open, sconfitto senza appello da un ottimo Alexander Zverev sul Campo Centrale della Caja Magica.

L’ex numero 1 del mondo, che andava a caccia del suo sesto titolo nella capitale iberica, ha pagato una prestazione sottotono e un rendimento deficitario al servizio, lacune che erano emerse già durante il match con Andrey Rublev a Montecarlo qualche settimana fa.

Il tedesco ha giocato una partita solida, archiviando la pratica grazie allo score di 6-4 6-4 e battendo per la prima volta il maiorchino sulla sua superficie preferita. L’unico trionfo stagionale del 34enne di Manacor resta dunque quello a Barcellona, avendo peraltro annullato un match point a Stefanos Tsitsipas nell’ultimo atto.

Di certo, non il percorso di avvicinamento ideale al Roland Garros. Gli Internazionali BNL d’Italia saranno importanti per testare la forma di Rafa in condizioni molto più simili a quelle di Parigi. In conferenza stampa dopo l’eliminazione a Madrid, Nadal ha ammesso di aver espresso un rendimento insufficiente per portare a casa la vittoria.

Nadal: "Sono stato inferiore a Zverev"

“Sento di aver fatto dei passi avanti nelle ultime settimane, ma oggi sono incappato di nuovo in una giornata negativa” – ha esordito il 13 volte campione del Roland Garros.

“La partita era iniziata bene e il mio livello sembrava lo stesso dei giorni precedenti, se non fosse che al momento della verità ho commesso diversi errori che hanno fatto la differenza” – ha analizzato Nadal, vittima di un filotto di quattro game consecutivi nel primo set.

“Sono triste per la sconfitta, non è mai piacevole perdere davanti al tuo pubblico. Giocare contro Alexander Zverev ti sottopone ad una pressione notevole, serve a 220 km/h e sei consapevole di non avere tante chance.

Avrei potuto vincere soltanto giocando al massimo livello. Mi congratulo con lui, devo riconoscere che oggi sono stato inferiore. Lavorerò per darmi un’altra opportunità la settimana prossima a Roma” – ha concluso.