Moya e Ferrero presentano la sfida tra Nadal e Alcaraz



by   |  LETTURE 2672

Moya e Ferrero presentano la sfida tra Nadal e Alcaraz

Quest’oggi, Carlos Alcaraz compie 18 anni e avrà l’opportunità di affrontare per la prima volta in carriera il suo idolo Rafael Nadal. A presentare la speciale sfida ci hanno pensato direttamente Carlos Moya e Juan Carlos Ferrero, gli allenatori dei due tennisti spagnoli, al sito ufficiale del Mutua Madrid Open.

Alcaraz è pronto ad affrontare Rafael Nadal

“Sarà una partita speciale, una sfida tra presente e futuro” , ha spiegato Moja. “Rafa rappresenta il presente e il futuro immediato; mentre Alcaraz diventerà sicuramente un grande giocatore.

È già molto forte, ma gli manca ancora un po’ di esperienza. È in continua crescita e sarà il protagonista del ricambio generazionale. Ma Rafa è ancora il presente e sarà una bella battaglia.

Per Nadal è una sfida e una grande motivazione giocare con i tennisti più giovani. Ha sempre trovato delle soluzioni e il suo tennis è ancora valido. Rafa non durerà all’infinito. Tra qualche anno, quando arriverà il suo momento, penso che Carlos lotterà per vincere i tornei del Grande Slam.

Potrebbero anche affrontarsi in una finale di uno dei tornei più importanti, perché Rafa giocherà ad altissimi livelli per altri anni ancora” . Ferrero ha invece dichiarato: “Carlos arriverà bene a questa partita.

Ha disputato un ottimo inizio di stagione e sta credendo molto. Sta affrontando tante ‘prime volte’ quest’anno, e sta assorbendo molto bene queste esperienze. Ha tanta voglia di lavorare e di migliorare. La partita sarà ovviamente dura, perché Rafa sulla terra battuta è praticamente imbattibile, ma per lui sarà la sfida più importante della sua carriera.

La tenuta mentale nel corso di tutto il march sarà fondamentale. Rafa gioca ogni punto al massimo e per i giovani tennisti non è facile rimanere concentrati per tutto il tempo. La sua famiglia è a Madrid e non vede l’ora di scendere in campo.

Alcaraz sostituirà Nadal? Rafa gioca ad un livello molto alto, lotta per vincere Slam, quindi non oserei dirlo. Carlos può diventare un altro giocatore in grado di vincere grandi tornei e scommetto che ci farà vedere cose importanti, ma non deve sostituire nessuno.

Queste voci possono mettergli ulteriore pressione e non lo aiutano. Mi piace pensare che stia nascendo un altro grande giocatore, ma bisogna fare un passo alla volta” .