La vicinanza tra Roland Garros e Wimbledon preoccupa Rafael Nadal



by   |  LETTURE 3055

La vicinanza tra Roland Garros e Wimbledon preoccupa Rafael Nadal

Rafael Nadal si è presentato a Madrid per disputare il secondo Masters 1000 stagionale sulla terra, in condizioni non esattamente ideali per il gioco del fenomeno spagnolo. Il padrone di casa, che ha comunque vinto cinque volte nella capitale iberica, è reduce dal sofferto trionfo a Barcellona, annullando peraltro match point a Stefanos Tsitsipas nell’ultimo atto.

Il 20 volte campione Slam non è ancora al 100% della condizione, un obiettivo che punta a raggiungere in tempo per il Roland Garros. In caso di 14° successo all’ombra della Torre Eiffel, l’ex numero 1 del mondo staccherebbe per la prima volta l’eterno rivale Roger Federer nella classifica all-time dei Major.

L’inizio del French Open è slittato di una settimana per via della delicata situazione sanitaria in Francia, una mossa che avuto come effetto quello di ridurre ulteriormente la parentesi sull’erba prima di Wimbledon.

In conferenza stampa prima del suo esordio a Madrid, il 34enne di Manacor non si è voluto sbilanciare sull’annosa questione del calendario, preferendo focalizzarsi su ogni singolo torneo.

Nadal: "Farò il massimo per essere pronto"

“Manca ancora circa un mese al Roland Garros, quindi è ancora presto per pensarci.

Per quanto mi riguarda, la mia preparazione è esattamente la stessa per ogni singolo torneo” – ha dichiarato il 13 volte campione di Parigi. Lo scorso anno, il French Open è stato spostato ad ottobre a causa della pandemia.

“Nonostante le condizioni fossero totalmente diverse rispetto al solito, le cose hanno funzionato magnificamente per me. Conosciamo tutti la situazione che sta vivendo il mondo intero” – ha analizzato Rafa.

Il maiorchino avrà poco tempo per adattarsi all’erba prima di Wimbledon: “L’unica cosa negativa è che avremo a disposizione una settimana in meno tra il Roland Garros e Wimbledon. Questo è sicuramente un aspetto di cui tenere conto, anche in ottica Roland Garros.

Non credo che comporterà grandi variazioni, farò il massimo per essere pronto”. Nadal sarà la testa di serie numero 1 a Madrid, complice il forfait di Novak Djokovic.