Feliciano Lopez sbalordito dal livello di Rafael Nadal a quasi 35 anni



by   |  LETTURE 4985

Feliciano Lopez sbalordito dal livello di Rafael Nadal a quasi 35 anni

Rafael Nadal sarà accreditato della prima testa di serie al Mutua Madrid Open, secondo Masters 1000 stagionale, in programma dal 2 al 9 maggio alla Caja Magica. Il fenomeno spagnolo, reduce dal trionfo a Barcellona la settimana scorsa, ha potuto beneficiare del forfait a sorpresa di Novak Djokovic.

Il numero 1 del mondo ha infatti optato per una programmazione diversa quest’anno, complice anche il desiderio di promuovere il suo torneo casalingo a Belgrado. Il 18 volte campione Slam dovrebbe prendere parte agli Internazionali BNL d’Italia e al Serbia Open prima del Roland Garros, dove tenterà di bissare il suo unico successo ottenuto nel 2016.

L’obiettivo di Nole è anche quello di vendicare la batosta subita da Nadal nella finale del French Open 2020, che ha permesso al maiorchino di incamerare il 20° Major della sua stratosferica carriera. In una recente intervista concessa a ‘El Partidazo de COPE’, il direttore del Masters 1000 di Madrid Feliciano Lopez ha evidenziato come Rafa stia esprimendo il suo miglior tennis pur essendo ormai alla soglia dei 35 anni.

Lopez: "Il forfait di Djokovic è stato sorprendente"

“Ci sono pochissimi esempi nella storia di giocatori competitivi come Rafael Nadal a 34 anni” – ha esordito Lopez. “Ha dimostrato di essere ancora in forma, il che non è mai facile quando si superano i 30 anni.

Credo che sia addirittura migliorato dal punto di vista strettamente tennistico, è incredibile. L’età non perdona, ma Rafa ha avuto la capacità di mantenere intatta la sua motivazione. Ciò si ripercuote anche sulla mente e sul fisico” – ha aggiunto.

Il Mutua Madrid Open dovrà fare i conti con due assenze pesanti, vale a dire quelle di Roger Federer e Novak Djokovic. “Ci aspettavamo il forfait di Federer, mentre quello di Djokovic è stato più inaspettato, ma il calendario è quello che è in questa fase storica.

Devi accettare il fatto che qualche top player opterà per una programmazione diversa rispetto al solito” – ha commentato Feliciano. In casa Italia, è giunta nelle ultime ore la rinuncia di Lorenzo Sonego.