Sebastian Korda torna ad esaltare la figura di Rafael Nadal



by   |  LETTURE 4990

Sebastian Korda torna ad esaltare la figura di Rafael Nadal

Figlio dell’ex campione degli Australian Open 1998, il ventenne Sebastian Korda occupa attualmente la 65° posizione della classifica mondiale, a pochi passi dal suo best ranking al numero 62. A Belgrado e a Monaco ha perso subito al primo turno, mentre nel Masters 1000 di Miami ha superato Radu Albot, Fabio Fognini, Aslan Karatsev e Diego Schwartzman prima di perdere nei quarti di finale contro Andrej Rublev in due set.

Ancora giovanissimo, Sebastian non ha mai nascosto la propria ammirazione per il maiorchino Rafael Nadal, detentore di 20 prove del Grand Slam.

Korda: “Se Rafa è in TV …”

Nell’ultima edizione del Roland Garros di Parigi, Sebastian – proveniente dalle qualificazioni – ha sconfitto nel tabellone principale Andreas Seppi, John Isner e Petro Martinez, prima di scontrarsi con Nadal.

La partita è terminata con il duro punteggio di 6-1 6-1 6-2, ma il giovane americano è stato felicissimo di affrontare il suo più grande idolo d’infanzia. “Io ‘mangio’ un sacco di tennis”, ha confessato Sebastian in una nuova intervista, pubblicata dal sito francese We Love Tennis.

“Ne guardo qualcosa alla televisione praticamente ogni giorno. E devo ammettere che mi dà molta ispirazione, soprattutto quando si tratta di Rafael Nadal. Il modo in cui si comporta sul campo, la sua professionalità e la sua umiltà, tutto questo non cesserà mai di essere una vera ispirazione per me.

Spero che continuerà a giocare a tennis ancora per molto tempo, perché mi piacerebbe avere un’altra opportunità per sfidarlo”. Presente anche nel tabellone principale degli ultimi Us Open come wildcard, Korda ha perso subito contro la 12° testa di serie Denis Shapovalov, con il punteggio di 6-4 4-6 6-3 6-2.

Si è trattata solo della seconda apparizione dello statunitense nel main draw di un evento del Grand Slam. Nadal cercherà di arrivare al Roland Garros di Parigi nella miglior condizione possibile, lui che ha appena sollevato il dodicesimo trofeo in quel di Barcellona. Photo Credit: Scroll.in