Rafael Nadal esprime le sue sensazioni dopo l'esordio a Montecarlo



by   |  LETTURE 4498

Rafael Nadal esprime le sue sensazioni dopo l'esordio a Montecarlo

Riecco Rafael Nadal. Alla sua prima apparizione nel suo habitat naturale, il fuoriclasse spagnolo ha impartito una severissima lezione al povero Federico Delbonis staccando il pass per gli ottavi di finale del Masters 1000 di Montecarlo.

Il numero 3 del mondo non aveva più giocato dopo gli Australian Open, complice un fastidioso problema alla schiena che ha condizionato il suo avvio di stagione. Il 34enne maiorchino si è preso tutto il tempo necessario e ha preferito saltare anche il Masters 1000 di Miami, un torneo che storicamente non gli ha mai portato tante gioie.

Se ce ne fosse stato bisogno, la performance odierna ha fugato quasi tutti i dubbi intorno alle condizioni fisiche di Rafa, intenzionato ad aggiudicarsi il suo 12° titolo nel Principato. Il principale obiettivo dell’iberico è farsi trovare al 100% per l’inizio del Roland Garros, slittato di una settimana a causa della delicata situazione sanitaria in Francia.

In caso di 14° trionfo all’ombra della Torrei Eiffel, Nadal staccherebbe per la prima volta l’eterno rivale Roger Federer nella classifica degli Slam.

Nadal: "Un inizio davvero eccellente"

“Il mio inizio di torneo è stato davvero eccellente, è sempre bello tornare in gara con una vittoria” – ha detto Nadal in conferenza stampa.

“Penso di aver giocato un match solido e non ho avuto cali di concentrazione nonostante il lungo stop. Ho avvertito delle sensazioni positive fin dai primi scambi. Abbiamo giocato l’uno contro l’altro parecchie volte, quindi ci conosciamo abbastanza bene.

Ho grande rispetto per ogni avversario, Federico non fa eccezione. Ha disputato alcuni ottimi incontri sulla terra battuta, ha anche vinto dei tornei, quindi ho approcciato alla sfida con il massimo dell’intensità” – ha aggiunto.

Domani Rafa se la vedrà con Grigor Dimitrov per un posto nei quarti. “Ha iniziato la stagione in maniera positiva ed è sempre una battaglia quando giochi contro di lui. Stiamo parlando di un tennista fantastico e di un buon amico.

Dovrò esprimermi al meglio se vorrò passare il turno” – ha chiosato il 13 volte campione del Roland Garros.