Rafael Nadal fornisce qualche dettaglio in più sul suo infortunio



by   |  LETTURE 3593

Rafael Nadal fornisce qualche dettaglio in più sul suo infortunio

Rafael Nadal avrebbe sperato in un diverso inizio di stagione. Un fastidioso problema alla schiena lo ha infatti costretto a saltare per intero l’ATP Cup, oltre a presentarsi in condizioni tutt’altro che ottimali all’Australian Open.

Il fenomeno spagnolo non è riuscito ad andare oltre i quarti di finale a Melbourne, dove ha subito la rimonta di Stefanos Tsitsipas nonostante un vantaggio di due set. Da quel momento si sono susseguiti innumerevoli forfait: Rotterdam, Dubai, Acapulco e infine il Masters 1000 di Miami.

Il 20 volte campione Slam farà il suo rientro questa settimana a Montecarlo, un torneo che lo ha quasi sempre visto dominare in passato. Il principale obiettivo dell’iberico è farsi trovare pronto per il Roland Garros, che lo scorso anno gli ha permesso di eguagliare il record all-time di Roger Federer coronando un lunghissimo inseguimento.

In una recente intervista a Tennis TV, il 34enne maiorchino ha raccontato alcuni dettagli in più sul suo infortunio, rivelando di aver cominciato a sentire dolore circa tre settimane prima degli Australian Open.

Rafael Nadal: "Sono fiducioso per Montecarlo"

“Ho vissuto un periodo difficile a ridosso degli Australian Open, ho dovuto adottare soluzioni diverse ogni singolo giorno per provare a disputare il torneo” – ha ammesso il 13 volte campione del Roland Garros.

“Alla fine sono riuscito a scendere in campo e non è stato un brutto risultato i quarti di finale, anche se avrei voluto di più. Il problema alla schiena era iniziato una ventina di giorni prima del torneo, il che mi ha fatto perdere le sensazioni positive che avevo acquisito” – ha precisato.

Nadal va a caccia del suo 12° titolo nel Principato: “Ci è voluto un po’ di tempo per tornare in campo, ho dovuto fare vari trattamenti e sono state necessarie un paio di settimane per riprendere ad allenarmi normalmente.

Ora sono abbastanza felice, da un mese sto lavorando con serenità. Ho potuto scaldare i motori in maniera ideale, quindi sono fiducioso per questo torneo. Non ho guardato tanto tennis nelle ultime settimane, ma i giovani hanno dimostrato grande talento a Miami. Voglio fare i complimenti sia a Hurkacz che a Sinner” – ha concluso.