Nishikori: “La miglior partita in un Masters 1000 è stata giocata da Nadal”



by   |  LETTURE 5969

Nishikori: “La miglior partita in un Masters 1000 è stata giocata da Nadal”

Come rivelato da Tennis World USA, nel corso di un’intervista è stato chiesto all’ex top 10 Kei Nishikori di rivelare il più bel match di sempre a livello di tornei Masters 1000, per lo meno secondo il suo parere: il trentunenne nipponico non ha avuto dubbi, scegliendo una sfida in particolare.

Finalista agli Us Open 2014 e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, Kei ha preso parte negli scorsi giorni all’appuntamento di Dubai, dove è riuscito a superare Reilly Opelka, David Goffin e Aljaz Bedene prima di perdere in tre set contro Lloyd Harris, autore di un ottimo torneo.

Oggi numero 39 del mondo, Nishikori è stato anche 4° sei anni fa.

La scelta di Kei Nishikori

Il tennista nato a Shimane ha detto: “Non l’ho vista dal vivo, ma secondo me la miglior partita in un evento Masters 1000 è stata la finale di Roma 2005 terminata in cinque set, tra Rafael Nadal e Guillermo Coria.

Me la ricordo e certe volte me la riguardo anche oggi. Quello fu davvero un ottimo match”. Nadal, all’epoca nemmeno diciannovenne, proveniva da numerosi successi nelle settimane precedenti: Costa do Sauipe, Acapulco, Monte-Carlo (primo trofeo in questa prestigiosa categoria) e Barcellona.

Lo spagnolo, quinta testa di serie del tabellone principale, superò a Roma Mikhail Youzhny, Victor Hanescu, Guillermo Canas e Radek Stepanek senza eccessivi problemi, per poi sconfiggere in rimonta anche il più esperto connazionale David Ferrer 4-6 6-4 7-5.

Approdato in finale, Rafa fu impegnato in un match dalla durata di più di cinque ore contro l’argentino Guillermo Coria, terminato a suo favore col punteggio di 6-4 3-6 6-3 4-6 7-6. Tre settimane dopo, sul campo centrale del Roland Garros, Nadal ebbe la meglio di Mariano Puerta per sollevare il suo primo trofeo di Parigi, inaugurando un dominio che dura ancora tutt’oggi.

La prima sconfitta del maiorchino sulla terra battuta francese risale all'edizione 2009, quando fu fermato da un sorprendente Robin Soderling al quarto turno. Photo Credit: ATP Tour