Ferrer: "Bisogna capire che non rivedremo più un giocatore come Rafael Nadal"



by   |  LETTURE 3205

Ferrer: "Bisogna capire che non rivedremo più un giocatore come Rafael Nadal"

Rafael Nadal sta facendo i conti da inizio stagione con un fastidioso problema alla schiena, che gli ha impedito di andare oltre i quarti di finale agli Australian Open nell’unico torneo da lui disputato fino a questo momento.

Il fenomeno spagnolo ha rinunciato agli ATP di Rotterdam e Acapulco, oltre ad aver rifiutato la wild card che gli era stata offerta dagli organizzatori del Dubai Open. L’ex numero 1 del mondo non sarà ai nastri di partenza del primo Masters 1000 della stagione, in programma a Miami da mercoledì.

Il principale obiettivo del 34enne maiorchino è farsi trovare pronto per l’amata terra rossa, con il Roland Garros in cima alla sua lista dei desideri. Il 14° trionfo a Parigi gli consentirebbe infatti di mettere in bacheca il 21° Slam e di staccare per la prima volta l’eterno rivale Roger Federer.

Qualche giorno fa è arrivata la notizia che Nadal parteciperà all’Open di Barcellona, che si svolgerà dal 17 al 25 aprile 2021. David Ferrer, direttore del prestigioso torneo catalano in cui Rafa ha trionfato per ben 11 volte, ha espresso tutta la sua gioia per la presenza del suo connazionale.

Ferrer: "La presenza di Nadal è una boccata di ossigeno"

“La presenza di Rafael Nadal a Barcellona quest’anno è molto importante per il torneo, soprattutto dopo la cancellazione dell’edizione 2020” – ha dichiarato 'Ferru' tramite una nota ufficiale.

Nadal sarà ovviamente la gemma della 68ma edizione del Barcellona Open, ma è lecito attendersi l’annuncio di altri nomi di spicco nelle prossime settimane. “Quello che Nadal ha realizzato durante la sua carriera è un qualcosa di straordinario e unico.

Dobbiamo far capire a tutti gli appassionati che hanno assistito ad uno spettacolo meraviglioso che difficilmente si ripeterà in futuro. Rafa è una leggenda dello sport, quindi dobbiamo cercare di godercelo fino a quando ne avremo la possibilità” – ha puntualizzato Ferrer.

Il fuoriclasse delle Baleari può vantare un bilancio di 61 vittorie a fronte di sole quattro sconfitte nella città simbolo della Catalogna.