Rafael Nadal e il ritiro: "Voglio godermi il tennis fino alla fine"



by   |  LETTURE 2872

Rafael Nadal e il ritiro: "Voglio godermi il tennis fino alla fine"

Nonostante l’amara e frustrante uscita di scena dalla Rod Laver arena in occasione del quarto di finale contro Stefanos Tsitsipas durante il primo slam della stagione, la stagione di Rafa Nadal, si sa, non ha ancora incominciato la fase più calda, quella della terra battuta europea, terra di conquista del maiorchino da quindici anni.

Ed è per questo che all’infortunio alla schiena rimediato prima di Melbourne, che lo ha costretto a saltare il Rotterdam Open, sarà dedicato il giusto tempo per riassorbirlo pienamente. Molto probabilmente lo spagnolo potrà essere disponibile per la trasferta americana sui campi duri di Miami, anche se non è da escludere che il venti volte campione slam possa scegliere di dedicarsi direttamente alla preparazione della stagione sul rosso.

Certo, 35 anni quest’anno sono una soglia importante per un tennista, specialmente un atleta come Nadal che fa delle capacità atletiche e della resilienza sul campo le sue grandi doti da combattente. La sconfitta contro Tsitsipas e prima ancora quelle al Master di Londra contro Thiem e soprattutto Medvedev hanno infatti lasciato intravedere i primi scricchiolii, o meglio, quei sintomi di stanchezza durante un incontro che difficilmente avevamo visto negli anni precedenti.

C’è da dire che i campi veloci non hanno senza dubbio aiutato, non tanto per la lunghezza degli scambi chiaramente, bensì per il dispendio in termini di reattività e articolazioni. Dopo la grave sconfitta in Australia sono state tante le riflessioni di alcuni giornalisti o appassionati sulla perdita di smalto di Rafa, tuttavia ci ha pensato lui stesso a raffreddare la situazione con una dichiarazione come al solito pacifica ma precisa.

Rafa risponde ai rumors che lo vedono a fine carriera

“Finché sarò sano e in grado di competere, intendo godermi la mia vita nel tennis e dare sempre il 100%. È così che vedo lo sport ", ha dichiarato il tennista iberico.

Come detto, qualora Rafa dovesse presentarsi a Miami, avrebbe la chance di competere per uno dei pochi tornei che non ha mai conquistato in carriera nonostante le cinque finali raggiunte, di cui l’ultima nel 2017. Un torneo, quello della Florida, che non vedrà fra i partecipanti Roger Federer e forse nemmeno lo stesso Nole Djokovic, campione a Melbourne ma costretto ai box dal problema muscolare che lo ha condizionato in Australia. Un motivo in più per Rafa di tentare un assalto al titolo.