Rafael Nadal potrebbe aver contattato Tiger Woods per il suo infortunio alla schiena



by   |  LETTURE 4488

Rafael Nadal potrebbe aver contattato Tiger Woods per il suo infortunio alla schiena

Pur avendo passeggiato nei primi due round degli Australian Open 2021, Rafael Nadal non ha ancora recuperato dall’infortunio alla schiena che lo affligge ormai da alcune settimane. Il fenomeno spagnolo non ha lasciato per strada set contro Laslo Djere e Michael Mmoh, ma è perfettamente consapevole che – se la situazione non dovesse migliorare in breve tempo – sarebbe difficile per lui arrivare in fondo a questo torneo.

L’ex numero 1 del mondo, che va a caccia del suo secondo sigillo a Melbourne Park dopo il trionfo del 2009, se la vedrà al terzo turno con il britannico Cameron Norrie. In conferenza stampa dopo la vittoria su Mmoh, è stato domandato al 20 volte campione Slam se per caso non abbia contattato il suo amico Tiger Woods per un parere su come risolvere il problema alla schiena.

Il leggendario golfista americano ha sofferto tantissimo nell'ultima parte della sua carriera proprio a causa della schiena, che lo ha obbligato a rimanere a lungo lontano dal 'green'

Nadal: "Con questa schiena non posso arrivare in fondo"

“Mi spiace, ma non posso rivelare conversazioni private in questa sede” – ha risposto Nadal.

Scendendo nel dettaglio sull’argomento, il 34enne maiorchino non ha di certo nascosto la sua preoccupazione: “L’infortunio alla schiena non è sotto controllo, devo essere molto onesto. Posso solo dire che continuerò a fare tutto ciò che posso.

Se notate, il mio movimento al servizio è diverso rispetto al solito, provo soltanto a trovare soluzioni ogni giorno. Sto continuando a lottare. La preparazione negli ultimi 15 giorni non è stata quella ideale, ma comunque sono qui e ho vinto due partite di fila.

Avrò la possibilità di scendere nuovamente in campo tra due giorni, mentre domani riprenderò i trattamenti nella speranza di risolvere il problema. Stiamo facendo tutto il possibile per cercare di rimanere in vita qui a Melbourne.

Ho bisogno che migliori la mia condizione fisica se voglio essere competitivo fino alla fine del torneo” – ha analizzato il 13 volte campione del Roland Garros.