Becker: "Nadal può fare la storia del tennis qui agli Australian Open"



by   |  LETTURE 3402

Becker: "Nadal può fare la storia del tennis qui agli Australian Open"

Dopo mesi di assenza il grande tennis è finalmente tornato a disputarsi e dopo l'antipasto con l'Atp Cup di inizio stagione, sono iniziati finalmente gli Australian Open, primo Grande Slam del 2021. I tennisti hanno vissuto una situazione particolare affrontando tutti una quarantena di 14 giorni dovuta alla situazione legata all'emergenza Coronavirus, ma ora finalmente il torneo è iniziato e si fa la conta di chi potrebbero essere i favoriti del torneo.

Il favorito principale del torneo non può che essere il campione in carica e numero uno al mondo Novak Djokovic, tennista che ha sempre fatto bene qui in Australia e che, tra gli addetti ai lavori, è considerato il netto favorito alla vittoria.

Ci sono poi tennisti emergenti o meno come Dominic Thiem, vincitore agli ultimi Us Open, Daniil Medvedev ed Alexander Zverev. Oltre loro non può però mancare il venti volte di titoli del Grande Slam Rafael Nadal, tennista che nel 2020 ha raggiunto Roger Federer grazie alla vittoria al Roland Garros e che ora ha la possibilità addirittura di superarlo.

Non è stato però dei migliori l'inizio stagione di Rafa che è stato costretto solo ad assistere senza partecipare all'Atp Cup 2021, fermo a causa di alcuni problemi alla schiena.

Le parole di Boris Becker su Rafael Nadal

Parlando di questi molto discussi Australian Open la leggenda del tennis tedesco Boris Becker ha detto la sua su questo torneo del Grande Slam ed ha dichiarato: "La gente a volte dimentica Rafael Nadal, ha all'attivo ben 20 titoli del Grande Slam e sta lottando per fare la storia del tennis.

Credo che debba essere considerato tra i primi favoriti del torneo. Oltre a lui c'è però Dominic Thiem che lo scorso anno ha vinto agli Us Open ed ha fatto finale qui a Melbourne. Il tennis femminile? Nel corso degli ultimi anni abbiamo visto diverse campionesse, da una parte è bello ma dall'altro confonde gli appassionati, penso che ci debba essere una rivalità tra massimo 3-4 tenniste, non di più"