Rafael Nadal si difende e risponde alla polemica nata da Guido Pella



by   |  LETTURE 3644

Rafael Nadal si difende e risponde alla polemica nata da Guido Pella

Da diversi giorni i tennisti del circuito mondiale stanno affrontando la quarantena dopo il loro arrivo in Australia in vista degli Australian Open, primo Slam dell'anno che inizierà il prossimo 8 Febbraio. Vi sono state diverse polemiche per il diverso trattamento riservato ai tennisti con i migliori tennisti del circuito (per gli uomini Novak Djokovic, Rafael Nadal e Dominic Thiem) impegnati ad Adelaide ed i restanti invece ad effettuare la quarantena a Melbourne.

Non sono passate inosservate le parole del tennista argentino Guido Pella, che, tra gli altri, ha attaccato Rafael Nadal e Dominic Thiem con queste parole: "Siamo in due mondi diversi , ho visto delle foto ed il balcone di Novak Djokovic è più grande della mia stanza.

Ma quello che trovo più inquietante è il silenzio di Dominic Thiem e Rafael Nadal, numero due e tre al mondo. Almeno Djokovic ha mostrato buone intenzioni, volontà di dare una scossa, loro no"

La risposta di Rafael Nadal ad ESPN

Attraverso una video intervista con i colleghi di ESPN, il campione spagnolo di Manacor ha risposto duramente a queste illazioni.

Ecco le sue parole: "Capisco che alcuni tennisti la pensino così, è rispettabile. Ma dov'è la linea tra privilegi e non privilegi? Ho una visione leggermente diversa rispetto agli altri tennisti.

Le condizioni nostre ad Adelaide sono migliori rispetto alla maggior parte degli atleti di Melbourne, ma loro hanno stanze più grandi dove poter svolgere attività fisiche però ci sono anche altri che hanno stanze più piccole e non possono avere contatti con il loro coach.

Alla fine dov'è la linea di demarcazione di questo confine? È una questione etica? Ognuno ha la sua opinione, e tutte sono rispettabili" Poi lo spagnolo ha continuato: "Alla fine le persone tendono a lamentarsi di ciò che hanno gli altri, non ho sentito chi ha Melbourne ha la stanza grande lamentarsi e non ho sentito tennisti ventenni che sono rinchiusi in stanza senza allenamento.

Tra coloro che sono in queste condizioni nessuno si è lamentato delle condizioni di Adelaide. Ci sono sempre lamentele quando si ha uno svantaggio ma quando uno ha un vantaggio non si lamenta mai. È una situazione particolare, cerchiamo di trarre il massimo e accettare la realtà che viviamo"