Londero e l'anno in cui incontrò tutti i Big 3: "Con Nadal l'emozione più grande"



by   |  LETTURE 1184

Londero e l'anno in cui incontrò tutti i Big 3: "Con Nadal l'emozione più grande"

Vivere nell’epoca dei Big three può essere complicato, limitante e potremmo dire per certi versi frustrante, tuttavia per i tanti tennisti che difficilmente vedono le proprie ambizioni elevarsi ad alte quote, affrontare questi tre mostri sacri può rappresentare un motivo di orgoglio e un’occasione per immagazzinare esperienza.

Questa è il caso del giocatore argentino Juan Ignacio Londero, che nel 2019 ha vissuto un anno quasi storico affrontando Nole, Rafa e Roger nella stessa stagione su palcoscenici diversi: Nadal al Roland Garros, Federer a Cincinnati e Djokovic agli US Open.

Insomma un vero battesimo di fuoco in un anno che per il tennista sudamericano ha rappresentato una vera e propria consacrazione. Quella stagione infatti è stata sicuramente la migliore della sua carriera, non solo per gli storici sorteggi che gli sono capitati e che gli resteranno sempre in mente ma soprattutto per la vittoria del suo primo titolo, a Cordoba, e il conseguente raggiungimento del 50 ° posto nel ranking mondiale al termine della stagione.

Juan Ignacio oggi è 81esimo, ma le sue ambizioni restano le stesse anche per il prossimo anno, durante il quale l’obiettivo dichiarato è quello di rientrare nei primi 50 giocatori del mondo. Recentemente Londero è tornato a parlare di quel 2019 storico e di cui va molto orgoglioso.

Nello specifico, stando alle sue parole, l’avversario che più lo ha colpito è stato Rafael Nadal.

Ecco il ricordo dell'argentino di quel giorno

“Lo ricordo in modo molto preciso e dettagliato.

Era la mia prima esperienza in un torneo del Grande Slam. Stava succedendo tutto molto velocemente, è stato fantastico. Avevo già conquistato un titolo nel Tour, ero nella Top 100, stavo giocando bene. Quindi quando sono tornato sul centrale di Parigi per affrontare Rafa.

Quel match lo consideravo un regalo, sapevo anche che mio padre era davanti alla sua televisione, si era finalmente coronato un sogno: n misto di tante sensazioni, che rimarrà impresso nei miei ricordi" - ha dichiarato Londero.