Rafael Nadal: "Vivo ogni momento della mia vita con la sensazione di poter perdere"



by   |  LETTURE 2405

Rafael Nadal: "Vivo ogni momento della mia vita con la sensazione di poter perdere"

È stata una stagione importante per il numero 2 al mondo Rafael Nadal, tennista che quest'anno ha trionfato al Roland Garros per la tredicesima volta in carriera ed ha eguagliato il record di titoli del Grande Slam di Roger Federer.

Una stagione particolare per Rafa che ha vinto un solo torneo ma che può definirsi comunque più che positiva per un tennista che ha ceduto solo in semifinale invece alle recenti Atp Finals, contro il vincitore poi del torneo Daniil Medvedev.

Il torneo a Londra si è concluso in modo negativo e Nadal è tornato così a parlare di come vive la vittoria e la sconfitta. Ecco alcune sue dichiarazioni nel corso di un'intervista a El Hormiguero: "La vittoria e la sconfitta fanno parte della nostra vita quotidiana e bisogna accettarle entrambe per come sono.

Non mi esalto così tanto quando vinco e non sono distrutto quando perdo, io vivo nel mezzo e sono sicuro che questa mia stabilità emotiva è fondamentale per la mia vita" Poi il maiorchino ha continuato: "Quando perdo, ovviamente è una cosa negativa, sono un po' triste ma vivo ogni giorno con la sensazione che potrei perdere.

Alcuni giocatori vincono di più rispetto alle sconfitte ma credo che il sentimento di ogni giocatore sia uno stesso. Sono fiducioso, ma il fallimento è una possibilità, quando perdo va bene così, la vita va avanti"

Nadal è tornato sulla sconfitta di Roma e sul Roland Garros

Nel corso dell'intervista Nadal ha parlato anche della sua sconfitta a Roma arrivata poco prima del successo al Roland Garros. Ecco le sue parole: "Non ti senti necessariamente insicuro dopo una sconfitta.

Ad esempio dopo la sconfitta di Roma contro Diego Schwartzman dopo diversi mesi senza competizione, sapevo che la sconfitta ad un certo punto era inevitabile. Non ho avuto incertezze dopo quel ko. Se perdi settimana dopo settimana, perdi ai Quarti, al secondo turno più volte, questo può farti sentire insicuro, ma una sconfitta può capitare. Noi tennisti abbiamo una vita meravigliosa e non bisogna abbattersi per un ko"