Moya rivela: "Ecco perché Nadal non ha mai avuto bisogno di uno psicologo"



by   |  LETTURE 3244

Moya rivela: "Ecco perché Nadal non ha mai avuto bisogno di uno psicologo"

Il tennis è lo sport individuale per eccellenza. Più che negli altri sport il ruolo mentale è fondamentale per gli addetti ai lavori con l'aspetto psicologico che influisce anche più rispetto a quello fisico e qualitativo.

Nel corso della storia abbiamo visto diversi atleti forti atleticamente e con grandissimo talento perdersi a causa di una mancata continuità, in particolare per quel che riguarda l'aspetto mentale. Non è questo il caso del vincitore di 20 titoli del Grande Slam ed attuale numero due al mondo Rafael Nadal.

Il tennista maiorchino è considerato il più grande combattente che la storia dello sport e non solo del tennis abbia mai visto e sicuramente mentalmente il più forte tennista in ambito mentale mai visto.

Rafael Nadal e l'assenza di uno psicologo

Quando parliamo di uno sport individuale capita spesso che l'atleta perda la concentrazione, ma sicuramente non è il caso di Nadal. Superare le debolezze mentali è una delle specialità di Rafa, abile a sfruttare al meglio il suo tennis nei momenti più delicati della gara.

Nel corso di una recente intervista l'ex numero uno al mondo e suo attuale coach Carlos Moya ha parlato del fatto che Nadal, nel corso della sua carriera, nonostante le grandi pressioni ed i momenti di difficoltà avuti, non ha mai avuto bisogno di uno psicologo.

Attualmente questo ruolo è molto importante per i tennisti, sono tanti a usufruirne sopratutto nei momenti più difficili della propria carriera. Moya ha chiarito il motivo per cui Nadal non ne ha mai avuto bisogno: "Devo dire che da quando sono con Rafa, anche senza sapere ciò che lui aveva fatto prima, non ho mai visto Nadal aver bisogno di questo tipo di aiuto.

Lui fa un lavoro specifico nei momenti di stress e posso assicurarvi che non l'ha imparato dagli psicologi, ne ha mai avuto bisogno di loro. Ci sono atleti che chiedono aiuto agli esperti, d'altronde ogni individuo è diverso e ci sono atleti con più forza in questo aspetto ed altri con maggiori insicurezze.

L'aspetto mentale è fondamentale per un tennista, ma negli anni abbiamo visto Rafa cosa è capace di fare, lo ha visto tutto il mondo e lui ha una particolare abilità nel recuperare e trasformare i momenti di difficoltà in momenti a suo favore. È diverso dagli altri tennisti ed anche per questo non ha mai avuto bisogno di un aiuto"