Rafael Nadal: "La partita contro Rublev sarà fondamentale per il mio torneo"



by   |  LETTURE 4350

Rafael Nadal: "La partita contro Rublev sarà fondamentale per il mio torneo"

Rafael Nadal proverà a vincere per la prima volta in carriera le ATP Finals, uno dei grandi tornei che manca al suo personale palmarès. Il campione spagnolo è stato inserito nel Gruppo Londra 2020 insieme a Dominic Thiem, Stefanos Tsitsipas e Andrey Rublev.

“Tornei indoor? Possiamo trovare delle scuse, ma i numeri sono quelli che sono” , ha spiegato Nadal in conferenza stampa. “Nella mia carriera ho anche giocato meno tornei indoor che outdoor, ma è vero che questo tipo di superficie non si adatta al mio gioco.

Spero di poter cambiare i numeri questa settimana. Rublev è forse il giocatore più in forma e sicuramente quello che ha vinto più tornei quest’anno. Sarà un una partenza molto dura. Per quando riguarda Thiem, sappiamo tutti di cosa è capace.

Sta vivendo una grande stagione, così come Tsitsipas, che è il campione in carica. È un Gruppo molto equilibrato, ma siamo alle ATP Finals e non possiamo aspettarci qualcosa di diverso. Spero di essere pronto visto che l’anno scorso ho iniziato male ed ho avuto problemi addominali.

Anche se ho vinto le ultime due partite, la prima mi ha condannato. In un torneo come questo, il primo match è molto importante” .

Le parole di Rafael Nadal prima del suo esordio alle ATP Finals

Considerando che in questa stagione Nadal non ha disputato così tanti eventi e che quindi non arriverà all’appuntamento stremato, molti addetti ai lavori pensano che questa possa essere la sua grande occasione.

“Sono discorsi che ho già sentito. Alla fine sono parole e devono essere tradotte in azioni. Le persone non sanno davvero quale sia il mio stato di forma. Ho fatto un buon lavoro a Parigi, lottando in ogni partita.

Spero che questo mi aiuti qui a Londra. Quest’anno la situazione è difficile da valutare perché tutto sembra nuovo. Ho giocato un solo torneo indoor e la partita contro Rublev sarà fondamentale per il mio futuro.

Le Finals dovrebbero giocarsi ogni anno in una superficie diversa? Sono passati molti anni. Faccio fatica in queste condizioni e non sono riuscito ancora a vincere questo torneo, spero di farcela questa volta. Devo essere il più preparato e competitivo possibile su questa superficie.

La mia opinione sulla questione già la sapete, suppongo che ad un certo punto della storia qualcosa cambierà” . Questa sarà l’ultima edizione che si giocherà alla O2 Arena e gli organizzatori, per garantire la massima sicurezza, hanno ideato una sorta di bolla molto restrittiva.

“L’ATP ha fatto molto bene a portare questo evento qui. L’esperienza di giocare le Finals a Londra è stata una delle migliori che ho provato. Per l’atmosfera, per l’organizzazione, per la popolarità dell’evento.

Penso che sia comunque giusto che il tennis guardi avanti, ma è un’ingiustizia che si dica addio a questo stadio senza che ci siano i fan sugli spalti. Mi aspetto comunque di avere un altro grande evento a Torino.

Non posso che ringraziare questa città per i 12 meravigliosi anni. Bolla? Tutti i giocatori sono in un hotel situato vicino la 02 Arena. Non possiamo però raggiungere lo stadio a piedi anche se è distante solo 200 metri all’incirca.

. Siamo fortunati a poter giocare, quindi non possiamo dire nulla di negativo. Possiamo solo ringraziare l’ATP per quello che sta facendo. Giocare senza pubblico è triste, non è l’ideale, ma non possiamo lamentarci” .