Kasatkina: "Ho pianto quando Rafael Nadal ha vinto il Roland Garros"



by   |  LETTURE 6455

Kasatkina: "Ho pianto quando Rafael Nadal ha vinto il Roland Garros"

Dopo l’infortunio subito agli Internazionali d’Italia, Daria Kasatkina ha raggiunto il secondo turno del Roland Garros ed ora è impegnata al torneo di Ostrava, dove ha superato le qualificazioni e battuto la testa di serie numero 6 Elena Rybakina al primo turno.

Kasatkina e l'emozione per il ventesimo Slam di Rafael Nadal

In un’intervista al sito ufficiale delle WTA, Kasatkina ha ricordato il bellissimo gesto compiuto da Victoria Azarenka a Roma,. L’ex numero uno del mondo fu la prima persona a rincuorarla e supportarla in campo.

“So che anche lei ha attraversato momenti difficili a livello personale durante la sua carriera. Vedere il modo in cui è andata avanti ed in cui ha superato tutto mi ha dato grande motivazione” , ha spiegato la tennista russa.

“Molte persone le hanno detto che non sarebbe più tornata ad essere competitiva, ma lei si è fidata delle sue capacità. La sua impresa può aiutare molte persone, soprattuto quelle che come me hanno vissuto momenti difficili dal punto di vista emotivo” .

Kasatkina ha poi parlato dell’emozionante vittoria di Rafael Nadal al Roland Garros. Ricordiamo che il successo a Parigi ha permesso al campione spagnolo di eguagliare il record Slam di Roger Federer. Entrambe le leggende del tennis sono ora ferme a 20 Major.

“Quando ha alzato il trofeo non ho potuto fare a meno di piangere. Vedere l’emozione dipinta sul suo volto. Vedere che, nonostante abbia vinto 20 tornei del Grande Slam, non riesce a trattenere le lacrime è incredibile.

Riesci a farti un’idea sull’amore che Rafa prova nei confronti di questi sport. L’ho trovato un episodio davvero dolce ed emozionante” . Kasatkina si è infine soffermata sul suo futuro. "Ho imparato molto negli ultimi due anni.

Devo capire che tutto ciò che accade nella vita può conferirti l'esperienza necessaria per raggiungere il successo. Due anni fa non ero pronta per restare stabile nell'élite del tennis. Quello che è successo mi ha dato la motivazione per lavorare di più" .