Wilander: "Rafael Nadal non vuole essere il migliore nei libri di storia"



by   |  LETTURE 2825

Wilander: "Rafael Nadal non vuole essere il migliore nei libri di storia"

Il numero 2 del mondo Rafael Nadal ha annunciato poche settimane fa che non si sarebbe recato negli Stati Uniti per difendere il suo titolo agli US Open. Sono in molti ad aver espresso la loro opinione sulla decisione del fenomeno spagnolo.

Il 19 volte campione Slam ha scelto di focalizzarsi solo sul Roland Garros, in programma a fine settembre per via dell’emergenza Coronavirus. In caso di 13° successo nella capitale francese, il maiorchino eguaglierebbe l’eterno rivale Roger Federer a quota 20 titoli Slam.

Secondo il parere di Mats Wilander, ex numero 1 ATP e attuale commentatore per Eurosport, ritiene che Nadal avrebbe avuto la concreta chance di vincere sia a New York che a Parigi. Qualche giorno prima dell’annuncio, Rafa aveva ammesso che viaggiare negli Stati Uniti non gli sembrava l’opzione migliore in questo momento.

Gli USA erano e sono ancora nella morsa del virus, un fattore che ha indotto anche altri giocatori a dichiarare forfait.

Wilander: "Nadal avrebbe potuto vincere entrambi i tornei"

“Credo che Nadal abbia pensato che disputare gli US Open avrebbe ridotto le sue possibilità di brillare al Roland Garros.

Io sono del parere che avrebbe potuto vincere entrambi i tornei, ma capisco le sue ragioni. Devi esserne convinto, devi crederci davvero, questo va aldilà del fatto di essere fisicamente pronto. Se non vuoi partecipare, non vincerai in alcun modo il torneo” – ha spiegato Wilander prima della clamorosa squalifica del serbo agli Us Open: “Se Novak Djokovic arrivasse a Parigi con 18 titoli sarebbe interessante, ma allo stesso tempo Rafa ci ha mandato un messaggio rinunciando agli US Open.

Ha fatto capire che non era il suo vero obiettivo. Il suo desiderio non è essere il migliore nei libri di storia, ma vuole essere il migliore oggi. Per questo non si è recato negli Stati Uniti” – ha aggiunto lo svedese.

Non è ancora chiaro se l’iberico parteciperà agli Internazionali d’Italia, dove compare nella entry list. Nadal ha già ripreso ad allenarsi da un mese e mezzo, in attesa di constatare l’evolversi della situazione sanitaria.