Allarme Rafael Nadal: “Il cuore mi dice di concentrarmi sulla stagione 2021”



by   |  LETTURE 2994

Allarme Rafael Nadal: “Il cuore mi dice di concentrarmi sulla stagione 2021”

L’ultima volta che un torneo del Grand Slam è andato in scena senza la partecipazione di Roger Federer e Rafael Nadal? Era il lontano 1999 e l’evento in questione gli Us Open di New York, che vedevano la vittoria di Andre Agassi nella finale tutta americana contro Todd Martin.

Più di vent’anni sono trascorsi da quell’edizione del torneo di Flushing Meadows, un periodo estremamente lungo che ha visto la nascita di stelle come Lleyton Hewitt, Marat Safin ed Andy Roddick, ma soprattutto di grandi campioni come Federer, Nadal e Novak Djokovic.

In una conferenza virtuale dalla sua Maiorca, Rafa si è espresso su questa tanto sciagurata stagione tennistica.

Nadal: “Non avrei mai voluto che le cose andassero in questo modo”

L’ex numero uno del mondo ha detto: “Il mio cuore mi suggerisce che sarebbe meglio concentrarmi del tutto sul 2021, ma ci sono anche molti altri interessi in gioco.

Non avrei mai voluto vivere un anno come questo. Né io, né nessun altro. Più tardi vedremo cosa ci riserva il 2021, io lo affronterò con la più grande speranza e con la massima professionalità”.

Lo scorso anno, il campione di Palma di Maiorca è riuscito a conquistare gli Internazionali d’Italia, il Roland Garros, la Rogers Cup di Montreal e gli Us Open, senza considerare la vittoria nella prima edizione della nuovissima Coppa Davis, disputata proprio in Spagna: “La pandemia da Coronavirus mi ha beccato ad una età avanzata ed in un momento molto buono della mia carriera”, ha confessato Rafa.

L’incertezza regna anche sulla sua futura partecipazione agli Internazionali di Roma: “Non so se giocherò al Foro Italico. Aspetterò notizie del nuovo calendario adottato dopo la cancellazione del torneo di Madrid e da quel momento in poi dovrò prendere una decisione”.

Con nove successi totali, Nadal è il giocatore più vittorioso sulla terra battuta di Roma: il suo primo trionfo è arrivato nel 2005, quando ha sconfitto in finale l’argentino Guillermo Coria per 6-4 3-6 6-3 4-6 7-6.