Nadal: "Non so se giocherò a Roma. Valuterò la situazione in Europa"



by   |  LETTURE 1925

Nadal: "Non so se giocherò a Roma. Valuterò la situazione in Europa"

Dopo il forfait dallo Us Open, Rafael Nadal non è riuscito a dare delle garanzie sulla presenza a Roma e su quella sulla terra di Bois de Boulogne. In occasione di una video-intervista da Maiorca (dove vive) ha provato a fare il punto della situazione.

«Non è stata una decisione facile da prendere, ma la situazione nel mondo è ancora molto complicata. Abbiamo deciso che rimarremo qui, con la speranza che la situazione possa migliorare e che si possa ritornare in campo presto.

Mi sto preparando per la stagione in Europa, ma tanto dipenderà da come sarà la situazione. Se tutto sarà sotto controllo o meno. Passare dal cemento alla terra è sempre piuttosto pericoloso per il mio corpo e soprattutto per il mio futuro.

Anche decidendo di giocare lo Us Open avrei continuato ad allenarmi sul rosso. Allo stato attuale non so se giocherò a Roma. Dopo la cancellazione del torneo di Madrid, aspetto il nuovo calendario. In quel momento prenderò una decisione definitiva».

Nadal guarda al futuro... Con ottimismo

Proprio sulla cancellazione del "1000" madrileno, inevitabile date le scelte del governo, il numero due del mondo ha dimostrato di avere le idee chiare. «La situazione sanitaria rende difficili gli eventi di questo calibro.

Soprattutto con dei giocatori che provengono da tutto il mondo e soprattutto da New York. In Spagna negli ultimi giorni c'è stato un aumento dei contagi, quindi dovremo avere un po' di pazienza. Un torneo come questo non si organizza dall'oggi al domani.

E capisco anche che dal punto di vista finanziario, senza pubblico e con un delicatissimo protocollo da rispettare, le cose possano essere molto difficili». Nadal si è comunque sforzato di guardare il bicchiere mezzo-pieno.

E di continuare a programmare il rientro nella migliore maniera possibile. «A ogni modo confido nel fatto che le cose con il tempo possano migliorare. Continuerò con la preparazione in modo da farmi trovare pronto nel momento in cui deciderò di ritornare alle competizioni.

Quando la mia testa sarà fissa solamente sul gioco, sarò pronto. Allo stato attuale ci sono alcune circostanze che me lo impediscono» ha chiarito con grande forza. Photo Credit: Getty Images