Rafael Nadal: "Come ho vissuto il lockdown? È stata molto dura all'inizio"



by   |  LETTURE 1937

Rafael Nadal: "Come ho vissuto il lockdown? È stata molto dura all'inizio"

La pandemia ha colpito ogni individuo sul pianeta in un modo o nell’altro. La Spagna è stato uno dei paesi più colpiti dal COVID-19, tanto da aver impedito al numero 2 del mondo Rafael Nadal di uscire di casa ed allenarsi per alcuni mesi.

Il 19 volte campione Slam ha recentemente partecipato ad un vertice condotto dall’ex campione NBA Pau Gasol. Il summit si è svolto tramite videoconferenza e ha ospitato varie celebrità provenienti da diversi settori, inclusi Fernando Alonso, Carolina Marin, Ryan Holliday, Nuria Roura, Ona Carbonell e Victor Kuppers.

Pochi giorni prima che venisse annunciato il lockdown, il fenomeno maiorchino aveva battuto Taylor Fritz aggiudicando il Mexico Open di Acapulco. Inizialmente, Rafa è stato colto di sorpresa dall’emergenza e ha impiegato del tempo per adattarsi alla nuova situazione.

Nadal: "Le prime settimane sono state dure"

“La prima settimana è stata davvero complicata, ad essere sincero. Penso che alla fine viviamo una situazione talmente senza precedenti per tutti che è normale sprofondare un pochino nella tristezza.

Convivere con qualcosa di totalmente nuovo per tutti ha influenzato soprattutto le prime settimane” – ha spiegato Nadal a Pau Gasol. “È stato difficile per me seguire la routine. Il mio non è un lavoro d’ufficio, quindi è ancora più complicato adattarsi.

Con il passare delle settimane, ho iniziato ad impormi una routine quotidiana. Mi sono alzato quasi sempre alle sette e mezza per andare ad allenarmi. Sapevo che era importante pormi degli obiettivi. In secondo luogo, credo che sia stato così bello che tante persone si siano rese utili per gli altri.

È un pensiero incoraggiante sapere che dovevamo fare una serie di cose per cercare di contribuire a qualcosa di più importante” – ha concluso il dodici volte campione del Roland Garros. L’ex numero 1 del mondo si è allenato soltanto sulla terra rossa fino a questo momento, un dettaglio che lascia ipotizzare la sua volontà di saltare gli US Open per concentrarsi sul Roland Garros.