Rafael Nadal rivela alcuni suoi dubbi sulla ripresa del tennis



by   |  LETTURE 5171

Rafael Nadal rivela alcuni suoi dubbi sulla ripresa del tennis

Dopo una lunga sospensione causata dalla Pandemia globale e dal virus che da mesi tiene in apprensione l'intero pianeta siamo ormai pronti a riabbracciare il mondo del tennis. Nel mese di Agosto riprenderà il circuito e ci sarà un calendario pieno di impegni ravvicinati e grandi eventi: spiccano tra questi l'Us Open, il Roland Garros e i Masters 1000 di Cincinnati, di Roma e di Madrid.

Occorre dire che dopo una sosta così prolungata tutti i tennisti del circuito dovranno essere abili a dosare le proprie energie in modo da evitare fregi infortuni. Inoltre, rispetto agli scorsi anni, si passerà subito da una superficie all'altra di grandi tornei e bisognerà abituare presto il corpo a questi cambiamenti.

Uno dei più influenzato da questa pausa è sicuramente Rafael Nadal: lo spagnolo deve difendere il titolo ed i punti del Roland Garros e degli Us Open, tornei che si disputeranno nel giro di poche settimane. Allo stesso tempo l'attuale numero 2 al mondo sa che quest'anno ha già la possibilità di eguagliare il record di Slam di Roger Federer.

Lo svizzero attualmente guida la classifica degli Slam con 20 titoli, poi c'è Nadal con 19 e infine Novak Djokovic, attualmente fermo a quota 17.

Le parole di Nadal sulla ripresa del tennis

Intervenuto ai microfoni di Associated Press il campione spagnolo ha parlato cosi della ripresa e del ritorno finalmente al tennis giocato: "È molto più facile mantenere il corpo pronto a 21 anni piuttosto che a 34 anni.

Questo è al 100 % sicuro direi. Allo stesso tempo però occorre dire che a 34 anni hai molta più esperienza rispetto a un giovane e magari saprai gestire meglio la ripresa, è una situazione particolare e davvero non so cosa succederà.

In generale, però penso che è meglio per un giovane che ha ancora tanto tempo davanti a sé. Un ragazzo più grande di età ha perso la stessa quantità di tempo, ma in prospettiva è diverso e perdere sei mesi ora è molto peggio rispetto a quando hai davanti tutta la tua carriera"

Nelle ultime settimane la leggenda americana ha dubitato che Nadal gareggi sia al Roland Garros che agli Us Open visto che ricordiamo il campione di Manacor non ama particolarmente i cambi di superficie improvvisi, specialmente a causa delle sue ginocchia.