Feliciano Lopez: "In Usa bisogna giocare anche senza Rafael Nadal e Novak Djokovic



by   |  LETTURE 1475

Feliciano Lopez: "In Usa bisogna giocare anche senza Rafael Nadal e Novak Djokovic

Quando parliamo di Feliciano Lopez trattiamo sicuramente di uno degli atleti più "svegli" e diretti del circuito. L'esperto tennista, anche direttore del Mutua Madrid Open, ai microfoni di Metro ha parlato di cosa dovrebbe essere fatto nei prossimi mesi nel mondo del mesi ed in particolare ha trattato del "problema" Us Open.

Ecco le sue dichiarazioni: "Per prima cosa voglio chiarire che, se gli Us Open si disputeranno, io ci sarò. Gli organizzatori del torneo a New York sono consapevoli del fatto che con la situazione attuale negli Stati Uniti e le misure imposte potrebbero esserci diversi giocatori che non parteciperanno.

Allo stesso tempo dico che un evento di tale portata non può dipendere dalla presenza di qualche tennista. Ovviamente l'ideale sarebbe che sia Nadal che Djokovic ed altri big siano presenti, ma so che hanno avanzato la possibilità di non andarci e nel caso dico che si deve andare avanti lo stesso.

In fondo credo che ci siano molte cose che rendono possibile lo svolgimento regolare del torneo"

Le parole di Feliciano Lopez sul tennis e sul torneo di Madrid

Nel corso dell'intervista Feliciano Lopez ha trattato anche di come lo sport e il tennis incidono a livello globale.

Ecco le sue parole: "Ora è il momento di pensare a tutti coloro che rendono possibile questo sport, dai tornei agli atleti e non solo alle stelle. L'ATP sta affrontando una crisi senza precedenti, non si gioca da circa quattro mesi e dobbiamo iniziare assolutamente.

Rispetto Novak e Rafa, ma il tennis deve ricominciare e se loro non parteciperanno il torneo deve disputarsi lo stesso. Sarebbe fantastico tornare a competere e la maggior parte dei tennisti la pensa come me" Poi continua: "Madrid? Per me il sistema a porte chiuse non funziona, non danno la possibilità al torneo di sopravvivere e credo che ci sarà una forte riduzione del montepremi sia per questa stagione (se si giocherà) che nel 2021.

Ripeto che è molto urgente che tutti capiscano che si inizi a giocare e magari si potrebbe trovare l'accordo per una certa capienza sugli spalti, in modo da ridurre impatto economico sul torneo"