Nadal: "Non ho mai perso la motivazione. Il mio obiettivo è migliorare continuamente"



by   |  LETTURE 1584

Nadal: "Non ho mai perso la motivazione. Il mio obiettivo è migliorare continuamente"

Il 2008 è stato l’anno della svolta nella carriera di Rafa Nadal. Nessun mistero. Aveva già avuto modo di vincere, tanto, di rivelarsi prapticamente imbattibile sulla terra di Bois de Boulogne con tre vittorie consecutive.

Eppure per dimostrare di non rientrare nella cerchia degli spagnoli fortissimi solamente sulla terra, aveva senz'altro bisogno di uno Slam differente da quello parigino. Nei due precedenti anni ai Championships aveva dato prova dei netti miglioramenti che era stato capace di portare al suo tennis, due finali non si raggiungono mica per caso.

Riavvolgiamo il nastro fino alla finale del 2008, per quella che dalla stragrande maggioranza degli addetti ai lavori è stata incoronata come la miglior partita di sempre, dove dopo aver vinto i primi due set ed essere stato molto vicino a chiuderla, rischia la rimonta dal fenomeno svizzero (che trova per strada per la terza volta consecutiva) straordinario a trascinarsi fino al quinto set.

“Dopo aver perso quel quarto, ho cercato di reagire in maniera tranquilla -ha rivelato l'iberico a ESPN- non volevo che le emozioni negative prendessero il sopravvento. È stata la finale che mi ha causato più tensione di tutte, dato che la sconfitta dell’anno prima mi aveva lasciato il segno molto di più rispetto a quella del 2006”.

Nadal: “Il mio obiettivo è di migliorare ogni giorno”

Lo spagnolo, che ha ripreso ad allenarsi da qualche giorno alla Rafa Nadal Academy, inaugurata nel 2016, ha parlato anche della sua tenacia per raggiungere determinati obiettivi.

“Nonostante abbia avuto degli infortuni nella mia carriera non ho mai perso la motivazione. Il mio scopo è di continuare a migliorare continuamente. In questo periodo sono stato fermo a lungo, e ora sto ricominciando gradualmente ad allenarmi; di solito mi alleno circa 1 ora e mezzo al giorno, e ogni tanto non mi alleno proprio, per cercare di riabituarmi gradualmente senza rischiare infortuni”.

Rafa, che pochi giorni fa si era espresso sulla ripresa dei tornei, dichiarandosi incerto se partecipare o meno alla stagione sul cemento americano (qualora venga confermata), per adesso si sta limitando a scaldare i motori in vista del prossimo rientro ancora da definirsi.