Rafael Nadal racconta un simpatico aneddoto sulla finale di Wimbledon 2008



by   |  LETTURE 4745

Rafael Nadal racconta un simpatico aneddoto sulla finale di Wimbledon 2008

Ogni appassionato di tennis ricorda volentieri la straordinaria finale di Wimbledon 2008 tra Roger Federer e Rafael Nadal, da molti indicata come la più bella partita dell’Era Open. Dopo aver condotto per due set a zero, il fenomeno spagnolo, che si era arreso in finale sia nel 2006 che nel 2007, ha dovuto subire la rimonta dello svizzero che lo ha costretto al quinto set (dopo aver anche annullato un paio di match point).

Quando le tenebre si affacciavano sul Centre Court e dopo varie interruzioni per pioggia, Rafa si impose per 9-7 vincendo il suo primo titolo ai Championships.

Nadal racconta un aneddoto sulla finale di Wimbledon 2008

Nel corso di una recente intervista a ESPN, il 19 volte campione Slam ha ricordato le sue sensazioni in quello storico pomeriggio.

“Non ero affatto nervoso. È la verità, infatti ho preso in giro mio zio Toni. Si è addormentato negli spogliatoi durante la prima sospensione per pioggia quando ero avanti due set a zero. Durante l’ultima interruzione, dopo aver sciupato due match point, gli ho detto che era meglio se non si fosse addormentato questa volta” – ha scherzato l’ex numero 1 del mondo, che avrebbe bissato quel trionfo nel 2010 (battendo Tomas Berdych nell’ultimo atto).

Nel frattempo, Dominic Thiem ha rivelato il segreto dell’imbattibilità di Rafa al Roland Garros. “Nella finale del 2019, è stata la prima volta che sono sceso in campo convinto al 100% di poter battere Rafa.

Sono arrivato con grande fiducia dopo aver battuto Djokovic in semifinale. Ho dato il massimo e ho giocato i migliori due set della mia vita sulla terra. Mi sono sentito benissimo, ma Rafa è stato fantastico. Quando vado in campo contro di lui, so che dal primo minuto dovrò combattere su ogni palla e che dovrò superare i miei limiti, sia fisici che mentali. Non devi sconfiggere solo lui, ma anche la sua leggenda” – ha dichiarato l’austriaco a Eurosport.