Coronavirus, Nadal: “Grazie a tutti coloro che ci stanno proteggendo”


by   |  LETTURE 1550
Coronavirus, Nadal: “Grazie a tutti coloro che ci stanno proteggendo”

Subito dopo l’Italia, in Europa, la Spagna è senza dubbio una delle nazioni più duramente colpite dalla pandemia di Coronavirus, che ha già portato alla morte di tredici mila persone in tutto il mondo e che registra ormai più di 300 mila casi di contagio totali.

Il numero due del mondo Rafael Nadal, che ha anche dovuto chiudere la propria Accademia Tennis in Spagna, ha voluto inviare un messaggio ai suoi connazionali e a tutti gli appassionati: “Ciao a tutti. Innanzitutto mi scuso se non sono stato più attivo sui social media per un po’ di tempo, ma questi sono tempi duri per chiunque.

L’intera situazione è più grande di noi e siamo tutti impegnati nel miglior modo possibile dalle nostre abitazioni. Voglio ringraziare tutti i dottori, le infermiere e il personale sanitario che ci stanno proteggendo, così come le forze di polizia, la guardia civile e quella nazionale, l’esercito e tutti coloro che ci fanno sentire un po’ più al sicuro, tutti coloro in prima linea.

Del resto, sono loro a correre il rischio più alto di contrarre il virus, sono loro i nostri eroi. Voglio esprimervi tutta la mia ammirazione e ringraziarvi. Infine, voglio mandare un messaggio di incoraggiamento a tutte le famiglie che stanno soffrendo, ai contagiati e soprattutto a coloro che hanno perso un amico o un parente a causa del virus”.

Nadal ha anche sottolineato l’unica cosa positiva di questa situazione: “Stiamo dimostrando di essere un popolo unito, molte aziende ci stanno aiutando e supportando e tutti i cittadini si mostrano uniti giorno dopo giorno, rispettando le norme che il dipartimento di salute emana: rimanere a casa e seguire le indicazioni per porre fine a questa terribile pandemia il più presto possibile”.