Ferrer narra di come Nadal sia stato importante per la crescita della sua carriera


by   |  LETTURE 1127
Ferrer narra di come Nadal sia stato importante per la crescita della sua carriera

Dopo essersi ritirato dal mondo del tennis professionistico, David Ferrer è apparso molto tranquillo ed ha rilasciato un'intervista dal Kuwait dove in questi giorni è stato impegnato per promuovere la nuova accademia di Rafael Nadal.

Ecco le sue dichiarazioni: "Non voglio allontanarmi dal tennis. Sono stato unito a questo sport per tutta la vita ed è quello che mi piace di più. Alla fine solo legato a questo sport, gioco con i tennisti "veterani" e gestisco il torneo di Barcellona"

Su quest'esperienza in Kuwait: "Rafa era un mio rivale, ma soprattutto è un mio amico. Sono felice, non ero mai stato qui e non ho esitato a venire a questo evento. Rafa investe nel tennis non solo in Spagna, ma in tutto il mondo.

Lui è fantastico ed è molto importante sostenerlo" Nadal è un rivale che mi ha tolto molti titoli? "Non penso a questo. Il tennis mi ha dato tanto e sono felice per quello che ho realizzato. Nadal mi ha aiutato molto a migliorare il mio tennis perché avere davanti qualcuno così bravo ti incentiva a fare progressi ogni giorno"

I miei migliori momenti? "La Coppa Davis di Siviglia, il 2012 quando ho vinto 7 tornei ed il mio primo Masters 1000, nel 2013 ho finito terzo in classifica e ora non saprei uno in particolare" Cosa mi manca del tennis giocato? "Mi mancano le conversazioni con i miei colleghi e i momenti di solitudine. Ora sto con la famiglia e hai meno tempo per te stesso. E ovviamente mi manca viaggiare"