Rafael Nadal: "Miglior prestazione del torneo. Kyrgios non mi piace a volte"


by   |  LETTURE 7322
Rafael Nadal: "Miglior prestazione del torneo. Kyrgios non mi piace a volte"

Da Melbourne - Rafael Nadal non ha assolutamente fatto sconti alla connazionale Pablo Carreno Busta e si è qualificato per gli ottavi dell’Australian Open. Il fuoriclasse maiorchino ha archiviato la pratica in poco più di un’ora e mezza, in attesa di conoscere il suo prossimo avversario che uscirà dal match tra Karen Khachanov e Nick Kyrgios.

“È stata la mia miglior prestazione del torneo, oggi ho fatto un passo importante che mi permette di acquisire maggiore fiducia. La verità è che il caldo mi favorisce perché la pallina rimbalza più in alto, il che mi consente di giocare più a mio agio e il mio stile crea più danni ai rivali” – ha dichiarato il 19 volte campione Slam in conferenza stampa.

A Nadal è stato anche chiesto di commentare la durissima maratona vinta ieri da Roger Federer: “Sono arrivato in hotel nel pomeriggio e ho iniziato a guardare la partita. Era talmente emozionante che non sono riuscito ad addormentarmi, quindi alla fine l’ho vista tutta.

Penso che Millman abbia giocato davvero una grande partita, mentre Roger ha avuto parecchi alti e bassi, ma ha innalzato il suo livello nei momenti decisivi. Non ci sono dubbi che affrontare lui e Novak mi abbia aiutato molto a crescere come giocatore”.

Rafa è tornato poi sulla competizione tra Coppa Davis e ATP Cup: “Onestamente, non penso che per il nostro sport sia positivo che due eventi del genere siano concentrati in soli due mesi. Credo che abbiamo bisogno di un’unica manifestazione, qualcosa che offra una vetrina mondiale al tennis e ricchi premi in denaro senza dover raddoppiare lo sforzo.

Non c’è nessuno sport al mondo che abbia due competizioni simili racchiuse in così poco tempo. Questa è la mia personale opinione”. Agli ottavi potrebbe affrontare Nick Kyrgios: “Non lo conosco a fondo per avere un’opinione chiara su di lui.

È evidente che quando fa certe cose non mi piace per niente, ma quando gioca a tennis sul serio e mostra passione per questo sport è un giocatore positivo per il circuito, piace molto anche ai fan. Questa parte di lui va bene”.