Nadal: "La rivalità con Federer mi ha fatto capire che non si può sempre vincere"



by   |  LETTURE 5542

Nadal: "La rivalità con Federer mi ha fatto capire che non si può sempre vincere"

In vista dell'inizio dell'Australian Open il numero uno al mondo Rafael Nadal ha concesso un'intervista alla CBS. Tanti temi trattati dallo spagnolo che è tornato su diversi episodi passati. Ecco le sue parole: "Tornare a Maiorca per staccare? Sono una persona molto intensa, una persona con molta energia.

Vivo la vita e lo sport con massima intensità e per me tornare a Maiorca vuol dire tornare alla normalità. Lì non sono Rafa Nadal, il tennista, ma sono un essere umano normale. Mio zio Miguel Angel (il giocatore) è riuscito a vivere lì una vita molto tranquilla e per me è stato un esempio"

Nadal è tornato poi sulla sconfitta con Federer a Wimbledon nel 2007: "Ero triste ed arrabbiato con me stesso. Mentalmente non potevo sopportare questo dolore e quella tensione" Lo zio di Nadal, Toni, presente alla discussione, ha raccontato un aneddoto sulla finale del 2008, vinta poi da Rafa: "A quel tempo pensavo che Rafa avesse più probabilità di perdere che di vincere.

Poi lui mi guardò e mi disse di rilassarmi perché non avrebbe perso quella partita" Anche Nadal commenta: "Vincere Wimbledon è stato un sogno, soprattutto visto che li ho battuto Roger. È una cosa che non dimenticherò mai"

Infine Nadal ha parlato della sua rivalità con Federer: "Abbiamo avuto una rivalità molto intensa per le nostre carriere, ma è stata sempre una rivalità con rispetto reciproco. Entrambi abbiamo capito in questo modo che si può sempre vincere e che bisogna apprezzare e rispettare tutto ciò"