Nadal-Zverev e la grande differenza generazionale del prize money


by   |  LETTURE 7217
Nadal-Zverev e la grande differenza generazionale del prize money

Si sente molto spesso parlare e discutere di una più equa redistribuzione del denaro tra i giocatori all’interno del circuito ATP, un problema che l’Association of Tennis Professionals si ritrova ad affrontare ormai da diversi anni.

Allo stesso modo, una grande polemica dell'ultimo periodo è stata quella circa la legittimità e liceità di uno stesso montepremi tra ATP Tour e WTA Tour, su cui si sono pronunciati numerosi giornalisti, ex giocatori e tennisti del presente, anche con idee spesso contrastanti.

Adesso, un nuovo caso sembra essere sorto con l’arrivo dei nuovi giocatori Next Gen, come ha messo in evidenza su Twitter il giornalista Tumaini Carayol: “E’ del tutto assurdo che Zverev abbia già vinto 20,028,563 di dollari in montepremi a soli 22 anni senza aver nemmeno raggiunto una semifinale del Grand Slam.

Alla stessa età, Nadal aveva già conquistato 5 Slam, 31 titoli ed era il numero uno del mondo. I suoi guadagni erano di 19,642,543 dollari”. In effetti, il ventiduenne Zverev ha raggiunto ad oggi – nei tornei Major – al massimo i quarti di finale del Roland Garros, risultato ottenuto nel 2018 e nel 2019.

Nadal, invece, nel 2008 trionfava nella bellissima finale di Wimbledon in cinque set contro Roger Federer ed era già divenuto un simbolo di questo sport. Tra l’altro, col ritiro di Thomas Berdych di pochi giorni fa, Zverev è adesso il giocatore in attività nel circuito maschile col più alto montepremi al di fuori dei Fab Four: sembra una beffa, ma è proprio così.

Un dato, questo, che ci fa riflettere sulla crescita costante e consistente del prize money degli eventi ATP nell’ultimo decennio.