Tsitsipas: "Mai a cena con Medvedev. Nadal il più difficile da affrontare"


by   |  LETTURE 22468
Tsitsipas: "Mai a cena con Medvedev. Nadal il più difficile da affrontare"

Al suo esordio alle Nitto Atp Finals di Londra il tennista greco Tsitsipas ha spezzato una striscia di 5 sconfitte in altrettante gare nei precedenti contro il russo Medvedev, favorito alla vigilia del match. Il greco ha così parlato in conferenza stampa: "Significa tanto questa vittoria.

La desideravo da tanto tempo ed è grandioso che questa sia arrivata qui. Lui è un giocatore molto difficile da affrontare, non hai mai un momento facile quando sei in campo con lui. Sicuramente questo significa molto per me.

Sapevo che dovevo essere molto concentrato per restare coinvolto nel match, ero consapevole di ogni situazione che stavo affrontando. Sono orgoglioso di aver dimostrato oggi di essere il migliore. È una sfida per me continuare in questo modo e adesso so che dovrò fare così anche nel nostro prossimo match.

La prossima volta anche lui sarà molto più preparato e saprà cosa dovrà fare per affrontarmi. Perché non mi piace Medvedev? "Questa è una dichiarazione forte. Non ho mai detto questa cosa.

Quello che è successo a Miami andrebbe raccontato meglio. Eravamo al terzo set e durante uno scambio la palla ha colpito il nastro. È successo anche in altre 3 occasioni e lui pretendeva delle scuse da parte mia.

Ha iniziato a dirmi che dovevo scusarmi e che quello che faccio è antisportivo. Inizialmente ho provato a non prestare attenzione, ma alla fine tutto questo mi ha influenzato. Mi sono arrabbiato e gli ho detto cose di chi ora mi pento, ma a quel tempo ero frustrato.

Certo, non abbiamo un grande rapporto ma ora ormai ho dimenticato il passato. Alla fine non puoi piacere a tutti, non lo odio ma sicuramente non andremo a cena insieme. Lo rispetto, ha fatto molta strada per arrivare qui. È arrivato anche in finale di un match del Grande Slam e merita rispetto per questo.

Ero molto rilassato oggi e qui mi sono sentito molto a mio agio. Sembrava che non avessi paura di niente, ma in generale già essere qui è una grande emozione. È stato speciale, si tratta di qualcosa che ho sempre sognato.

Hai battuto sia Nadal che Djokovic e Federer. Chi è il più difficile da affrontare? La risposta è quasi semplice, lo pensano la maggior parte dei giocatori. Sicuramente è Rafa Nadal. Direi per la sua intensità, la voglia di lottare, la sua velocità ed i movimenti in campo.

Il russo Medvedev, deluso dopo la sconfitta ha parlato cosi dopo il match: Cosa è mancato oggi? "Penso che non avevo le energie necessarie oggi e non parlo solo di fisico, ma anche mentalmente mancava qualcosa.

Onestamente devo dire che nelle ultime settimane ho perso la condizione acui stavo giocando e devo dire che sono contento di come ho giocato. Il modo di esultare di Tsitsipas ti ha infastidito? "Per lui credo sia più importante vincere la sua gara sopratutto visto che era la sua prima gara qui alle Finals.

Tsitsipas ha giocato in maniera diversa? "Non ho visto grandi differenze rispetto alle altre volte, è un grande giocatore certamente ma credo che la differenza era dentro me e al mio modo di giocare" Se lo stop dopo Mosca potrebbe avermi frenato? Si, è possibile.

Faccio fatica a ritrovare il ritmo che avevo in America e a Shanghai e San Pietroburgo. Questo è quello che stupisce dei primi 3 e anche di Andy Murray, loro vincono anche queste partite quando non sono al meglio. Medvedev su Sinner e sul gran momento della Federazione italiana: "Non lavoro con la Federazione italiana e non posso giudicare.

Sinner sta giocando in maniera incredibile per un ragazzo di 18 anni. Ovviamente deve acquisire esperienza e vincere grandi gare. Matteo (Berrettini) ha la mia età, come me è per la prima volta a Londra ed ha fatto il mio stesso risultato qui.

È un giocatore fantastico, ricordo di averlo affrontato ad Indian Wells quando era fuori dalla Top 100, ora sto giocando in maniera incredibile e sta dimostrando il suo valore. Gli italiani hanno sempre avuto buoni giocatori, ora stanno andando ancora meglio"