Soderling: “La fiducia in me stesso mi fece sconfiggere Rafael Nadal”


by   |  LETTURE 6235
Soderling: “La fiducia in me stesso mi fece sconfiggere Rafael Nadal”

Lo svedese Robin Soderling, classe 1984, ha giocato la sua ultima partita ormai otto anni fa, nel 2011, quando sconfisse lo spagnolo David Ferrer per aggiudicarsi la finale del torneo di casa di Bastad, in Svezia. In carriera Robin vanta due finali a Parigi e la quarta posizione nel ranking ATP, raggiunta nel 2010.

Tuttavia, oltre a questi incredibili raggiungimenti, Soderling è anche ricordato per essere stato il primo giocatore ad essere riuscito nell’impresa di sconfiggere lo spagnolo Rafael Nadal al Roland Garros, negli ottavi di finale del 2009.

In un’intervista di pochi giorni fa a W Radio Colombia, lo svedese ha ricordato quel match: “Certamente fu una partita fantastica. Un match complicato. Io però stavo giocando bene. Avevo vinto un sacco di belle partite, ero in ottima forma.

Nel mentre che scendevo in campo, dovevo credere di avere possibilità e la fiducia in me stesso era la chiave per riuscirci. Dissi a me stesso che era solo un’altra partita, senza pensare a chi avevo di fronte.

Mi stavo concentrando su me stesso. Dovevo giocare in modo davvero aggressivo, costruire i punti, fare il mio gioco. Ha funzionato alla grande. Ho avuto un’ottima partenza, ho vinto il primo set e le cose si sono fatte un po’ più semplici.

Non mi sono mai guardato indietro e ho semplicemente pensato ai miei colpi”. Soderling ha infine commentato sul nuovo formato della Coppa Davis, dove lo svedese vanta un bilancio complessivo di 14 vittorie e 4 sconfitte tra singolare e doppio: “Non lo so.

Okay, la Davis ha bisogno di rinnovarsi un poco perché da quello che ho visto e da quello che so l’interesse per la competizione è un po’ sceso. Non so se questo cambiamento sia positivo. Non ci resta che aspettare e vedere.

Il precedente formato della Davis ha funzionato alla grande per così tanti anni, sia per i giocatori che le squadre”.