"Rafael Nadal deve evolversi, non è fresco come in passato" - Carlos Moya


by   |  LETTURE 5335
"Rafael Nadal deve evolversi, non è fresco come in passato" - Carlos Moya

Da quando a fine 2016 Rafael Nadal ha iniziato a lavorare con Carlos Moya, il numero due del mondo gioca sempre di più un tennis di attacco nel tentativo di prolungare il più possibile la sua carriera. Parlando con RTVE, Moya ha detto: "Io e tutto il team cerchiamo di aiutarlo nella maniera più utile.

Lavorare con uno come Rafa rende le cose molto più semplici. Cerchiamo di renderlo più aggressivo col passare degli anni, accorciando i punti e le partite, avendo una programmazione dei tornei più leggera.

E' da 2-3 anni che ci lavoriamo. Non è facile cambiare ed evolvere ma non ha più 20 anni e non è più fresco come in passato. Questo lo capisce e capisce anche meglio come interpretare il gioco.

Nel corso del tempo ha acquisito delle cose e ha perso altre" Sulla finale degli US Open vinta contro Daniil Medvedev: "E' stato il match più teso da quando sono diventato il suo allenatore. Negli ultimi anni ce ne sono stati tanti, quello contro Roger Federer agli Australian Open 2017.

Ma questo lo metto al primo posto. Rafa avrebbe potuto vincere per tre set a zero, poi Medvedev è tornato e ha avuto palle break sull'1-0 quinto set. Ho sempre creduto in Rafa perchè so che questi giocatori al quinto set hanno uno score positivo", ha concluso Moya, confermando che Nadal tornerà ad allenarsi per un paio di giorni settimana prossima prima di gareggiare nella Laver Cup a Ginevra.