Rafael Nadal: "A fine partita mi mancava il respiro"


by   |  LETTURE 11796
Rafael Nadal: "A fine partita mi mancava il respiro"

Qualche giorno dopo la vittoria agli Us Open, Nadal analizza la sua partita con Daniil Medvedev, e ammette tutte le difficoltà nell’affrontare la stessa. “L'inizio è stato ottimo poi è arrivato un momento in cui la partita è diventata molto in salita, con un finale in cui mi mancava il respiro.

Ma ho finito per vincere e sono molto felice. Resistere nella maniera che so, è un esercizio che faccio da molti anni e ci sono abituato. A volte va meglio, a volte peggio. Domenica per fortuna, anche se ero al limite, è andata molto bene”.

Nadal parla anche dei warning ricevuti. “Penso che si poteva chiudere un occhio quando si trattava di lasciarci recuperare tra i punti. Ma non è stato così e ho dovuto accettare le cose come venivano. E' il giudice di sedia che ha l’ultima parola e prende le decisioni.

Potevo arrabbiarmi o perdere energia per lamentarmi, ma mi sarei solo deconcentrato ed era quello che stavo cercando di evitare”. Rimane sempre abbottonato sulla prospettiva di diventare il giocatore con più vittorie Slam.

“Alla fine continuerò per la mia strada. Proverò a fare le cose nel miglior modo possibile e cercherò di avere l’opportunità di vivere altri momenti come quelli agli Us Open quest’anno”.

Per Rafa non esiste solo il tennis e rivela che per disconnettersi il modo migliore sono le serie tv. “Mi sdraio sul divano di casa e guardo alcune serie tv per non pensare al tennis. Ho iniziato con Chernobyl e Stranger Things”.