Dominic Thiem: “Non ho guardato la finale tra Medvedev e Nadal”


by   |  LETTURE 4968
Dominic Thiem: “Non ho guardato la finale tra Medvedev e Nadal”

Pochi giorni fa il ventiseienne Dominic Thiem ha tenuto una conferenza stampa a Vienna per promuovere l’Erste Bank Open, evento ATP 500 che si tiene ogni anno a ottobre: “Farò di tutto per godermi il più a lungo possibile questo ambiente unico.

Sfortunatamente, non sarà una cosa facile da realizzare perché la qualità dei contendenti presenti è veramente sorprendente. Ci sono così tanti grandi giocatori che potresti perfino perdere al primo turno”.

Anche Herwig Straka, direttore del torneo, si è detto particolarmente soddisfatto dalle premesse della prossima edizione del torneo: “C’è un mix di nomi veramente molto buoni che sono all’apice della loro carriera e che quindi sono anche molto attraenti per il pubblico e per la futura generazione di campioni, ci saranno anche molti ragazzi austriaci anche se l’interesse sarà per lo più su Dominic.

Quando verrai all’Erste Bank Open, qualunque sia il giorno, sai che vedrai dei campioni”. Riguardo alla finale degli Us Open, che ha visto trionfare Rafael Nadal in cinque set sul russo Daniil Medvedev, Thiem ha dichiarato: “Non l’ho vista.

Raramente guardo il tennis una volta che ho perso nel torneo. Medvedev sarà sicuramente un tipo tosto da battere”. L’austriaco si è infine espresso sulle proprie condizioni fisiche, autentica fonte di guai nelle ultime settimane: “Sono tornato alla normalità così come dovrebbe essere.

Ho fatto alcuni controlli a New York e da allora mi sono un po’ riposato a casa. Posso decisamente riprendermi meglio in Austria”. Particolarmente felice della ritrovata buona salute di Thiem è Stefan Koubek, capitano di Coppa Davis della squadra austriaca che tra pochi giorni affronterà la Finlandia fuori casa nel Gruppo I: “Sono contento che Dominic sia tornato in forma.

Sicuramente, con il numero 5 del mondo in squadra siamo noi i favoriti. Ma tutto può succedere in Coppa Davis. L’anno scorso, per esempio, nessuno si aspettava che avremmo battuto la Russia a Mosca”.