Rafael Nadal: "Crampi alla mano e all'avambraccio. Ora sto bene"


by   |  LETTURE 6955
Rafael Nadal: "Crampi alla mano e all'avambraccio. Ora sto bene"

Ha vinto un match "sporco" senza particolarmente convincere Rafael Nadal per raggiungere la semifinale degli US Open. 6-4 7-5 6-2 il punteggio col quale lo spagnolo ha avuto la meglio su Diego Schwartzman. Non ha avuto vita facile lo spagnolo, e non è stata di certo una sorpresa visto che lo scorso anno sempre in uno Slam ma al Roland Garros, sempre ai quarti, l'argentino era avanti di un set e di un break.

Nadal ha spiegato così la sua prestazione poco brillante: "E' stata una serata molto umida, alla fine del secondo set ho avuto i crampi fino ai primi sei game del terzo. Prima alla mano, poi all'avambraccio.

Mi sono disidratato anche perchè ho avuto problemi allo stomaco prima dell'inizio del match. Ho preso un po' di sali minerali e tutto è tornato a posto. Il corpo è in buona forma, nessun problema"

Schwartzman ha elogiato lo spirito da combattente di Nadal: "E' come un leone nella giungla. E' un lottatore. Sa come affrontare i momenti importanti ogni singola volta. E in ogni momento importante ha giocato meglio di me"

Il 18 volte campione Slam affronterà venerdì Matteo Berrettini, di cui aveva già ampiamente parlato lunedì descrivendo la sua grande corsa a New York come qualcosa di "non sorprendente" viste le qualità dell'azzurro.